facebook twitter rss

Covid, Tribunale: rinviate tutte le udienze penali e civili di questa settimana

FERMO - La disposizione del presidente del Tribunale di Fermo, Castagnoli, sentiti il Procuratore Iannella e il Presidente del Consiglio dell'Ordine degli avvocati, Chiodini
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente del Tribunale, Bruno Castagnoli

“Nella settimana da domani al 27 marzo tutte le udienze penali, dibattimentali, sia monocratiche che collegiali (…) (Gip-Gup compreso), la cui celebrazione è prevista in questa settimana, vengono rinviate”. E’ quanto riportato nella disposizione del presidente del Tribunale di Fermo, Bruno Castagnoli con cui si stoppano le udienze da domani fino a sabato prossimo, inclusi. Un provvedimento precauzionale di buon senso al fine di evitare l’aggravarsi di una situazione di positività al Covid emersa all’interno del Tribunale. Il palazzo di giustizia resterà chiuso non solo per le udienze ma anche per l’accesso in Cancelleria ma naturalmente è stato previsto un presidio al fine di garantire i servizi essenziali e le urgenze.

La decisione è stata assunta dal presidente Castagnoli, sentiti il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Fermo, Raffaele Iannella, e il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Fermo, Stefano Chiodini, considerata la situazione di difficoltà che sta vivendo il territorio i cui presidi sanitari sono in grande affanno e i posti letto sono ormai tutti occupati. Il presidente Castagnoli ha deciso di adottare il provvedimento poiché “in presenza di accertati casi di positività al Covid che hanno interessato personale addetto alla Cancelleria penale e in attesa dei controlli da effettuare al fine di meglio monitorare la situazione, appare necessario disporre, per motivi precauzionali, che nella settimana da domani al 27 marzo (compresi) venga ridotta la presenza del personale nella Cancelleria penale con la costituzione di un presidio per far fronte alle richieste urgenti”.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti