facebook twitter rss

Montegiorgio violato, il Pineto porta a casa il recupero

SERIE D - Dopo il successo ottenuto a Vastogirardi nel giorno di giovedì Santo, quest'oggi il ritorno amaro sull'erba casalinga per i rossoblù di Eddy Mengo, con gli abruzzesi a prelevare cioè l'intera posta in palio grazie alla rete di Minnozzi che ha sancito il definitivo 0-1 del triplice fischio
Print Friendly, PDF & Email

Il calcio d’inizio del match di giornata, a seguire altre immagini dal fondo di gioco montegiorgese

 

di Paolo Gaudenzi

MONTEGIORGIO – Dopo il successo conquistato nel giorno di giovedì Santo sul campo molisano del Vastogirardi (come sotto riportato), i rossoblù di mister Eddy Mengo sono ritornati quest’oggi in campo per la sfida interna al cospetto del Pineto.

Verrebbe purtroppo da dire, per le buone sorti dei rossoblù di provincia, che “chi di blitz ferisce, di blitz patisce” visto l’esito, amaro, del triplice fischio, a sancire la vittoria abruzzese proprio con il medesimo punteggio dell’exploit al sud: 0-1 firmato Minnozzi.

 

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

MONTEGIORGIO 0:  Gagliardini, Gnaldi, Montanaro, Omiccioli, Ficola, Perini, Pampano, Trillini, Albanesi, Cuccù, Santoro. A disposizione: Zizzania, Cichella, Tempestilli, Marziali, Zancocchia, Mejas, Misin, Mandolesi, Lupoli. All. Eddy Mengo

PINETO 1:  Mercorelli, Paoli, Pepe, Galeano, Minnozzi, Della Quercia, Minincleri, Romano, Mastrippolito, Bertolo, Mesisca. A disposizione: Mejri, Sabatini, Salvatori, Baldinini, Mbuba, Esposito, Bugaro, Restaneo, Cavalieri. All. Marco Pomante

ARBITRO: Stefan Arnaut di Padova, Carmine Castiglione di Frattamaggiore e Pietro Bennici di Agrigento

RETI: 39′ Minnozzi

LA CRONACA

Perini-Ficola coppia difensiva collocata davanti a Gagliardini, con Gnaldi e Montanaro a spingere sugli esterni. Inamovibile la regia del perno Omiccioli, sostenuto da Santoro e Trillini per un rombo di mediana in cui, nel vertice alto, si è collocato Albanesi. Davanti, incaricati di scardinare la resistenza abruzzese, la coppia di terminali Cuccù e Pampano. In coda al primo tempo la rete a decidere l’incontro. Azione ospite costruita sull’asse MinincleriDella Quercia con appoggio a Minnozzi, a perforare la difesa rossoblù, tra l’altro da ex.

Nel secondo tempo, tentativo casalingo di riallineare i conti transitato sui piedi di Cuccù, ma con conclusione finita sopra la trasversale. Il Montegiorgio accelera, il Pineto abbassa il proprio baricentro ma reggendo l’urto. In coda al match l’ingresso di Lupoli, subito con sfondo dalle parti di Mercorelli, portiere che si disimpegna però senza particolari affanni. Nel cuore del recupero la massima spinta del Montegiorgio, con i tentativi di Ficola ed ancora Cuccù, ad un passo dall’1-1 soprattutto a fil di sirena per il faccia a faccia con Mercorelli, ma ancora una volta con l’estremo di mister Pomante a salvarsi, e con la posta in palio quindi a prendere la via di Pineto.

 

Foto set con alcuni frame della gara dei rossoblù vinta per 0-1 in terra molisana

VASTOGIRARDI (IS) – Giovedì Santo, dicevamo, con il Montegiorgio sceso fino in Molise per la disputa del match in casa del Vastogirardi.

Sul fondo di gioco dello stadio “Filippo Di Tella” la compagine di Eddy Mengo, dopo il pareggio a reti bianche maturato la domenica precedente, in casa, ricevendo la visita del Castelnuovo Vomano, aveva messo a segno il blitz grazie ad Andrea Omiccioli, perno della manovra e nella circostanza pungente goleador, lesto a regalare ai suoi tre tonici punti lontano dal Fermano come lieta e ben gradita sorpresa prontamente confezionata all’interno del metaforico uovo rossoblù.

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

VASTOGIRARDI 0: Guerra, Pralini, Guglielmi, Mele, Ruggieri, Maniscalchi, Minchillo, Pesce, Merkaj, Guida, Salatino. A disposizione: Tzafestas, Frisenda, Abissinia, Bruni, Fracaccio, Acunzo, Cagnale, Coia, Fioretti. All. Fabio Prosperi

MONTEGIORGIO 1: Gagliardini, Tempestilli, Montanaro, Omiccioli, Ficola, Gnaldi, Pampano, Misin, Albanesi, Cuccù, Santoro. A disposizione: Zizzania, Cichella, Lattanzi, Marziali, Zancocchia, Micozzi, Trillini, Mejas, Mandolesi. All. Eddy Mengo

ARBITRO: Gianmarco Vailati di Crema, Luigi Ferraro di Frattamaggiore e Francesco Longobardi di Castellammare di Stabia

RETE: 66′ Omiccioli

NOTE: Espulso Pralini al 65′

LA CRONACA

Tempestilli e Montanaro sugli esterni, Ficola e Gnaldi al centro della difesa davanti all’estremo Gagliardini, solito centrocampo a tre con Omiccioli centrale e la coppia Misin-Santoro mezze ali, con Albanesi ad innescare il tandem di punte composto da Cuccù e Pampano. Questo l’undici iniziale scelto dal Montegiorgio, articolato nel solito 4-3-1-2, e risultato efficace, seppur da tiro franco, nello scardinare le resistenze dei padroni di casa molisani.

Sani intenti belligeranti sportivi messi subito in luce dal lob di Santoro, finito però a lato dallo specchio di porta. Tentativo a fare il paio con la conclusione a giro di Cuccù, a spegnersi alla destra del bersaglio grosso. I padroni di casa si facevano quindi vivi con l’inzuccata di Merkaj, ed anche in questo caso il cuoio usciva dalle zone di porta, ma per quella di competenza a Gagliardini. Nel secondo tempo, l’episodio che ha cambiato volto alla gara: fallo di Pralini all’indirizzo di Cuccù e cartellino rosso sventolato in faccia al numero 2 di mister Fabio Prosperi. Sulla conseguente punizione, manco a dirlo, il sinistro “magico” di Omiccioli ad infilare all’incrocio dei pali per la rete da tre punti. In coda al match anche un’occasione per il potenziale raddoppio montegiorgese, ma il sinistro di Zancocchia veniva sbarrato dal buon intervento di Guerra.

 

 

Un momento della partita disputata domenica scorsa sul fondo di gara domestico

Sfumato sette giorni prima il derby di provincia contro l’Atletico Porto Sant’Elpidio, ancora alle prese con i casi Covid al proprio interno (per tale motivo rinviati a data da destinarsi, in riva all’Adriatico, gli impegni contro Real Giulianova ed Atletico Terme Fiuggi, oltre quelli con Agnonese, addirittura per due volte, Rieti ed appunto il confronto con lo stesso Montegiorgio), la truppa di Eddy Mengo la domenica antecedente era invece tornata in campo sul fondo domestico per l’incrocio al cospetto del Castelnuovo Vomano, matricola ben lanciata nelle zone alte della classifica.

La selezione abruzzese aveva portato con se un pizzico di storia territoriale, poiché guidata in panchina dall’ex bandiera della Fermana Calcio 1920, Guido Di Fabio e costruita da inizio stagione dalla sapiente mano del direttore sportivo Claudio Cicchi, operativo negli anni scorsi dietro le scrivanie della Folgore Falerone Montegranaro prima e Folgore Veregra poi.

Cicchi e Di Fabio, pilastri del Castelnuovo, in precedenza protagonisti diretti in società della provincia di Fermo

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

MONTEGIORGIO 0: Gagliardini, Gnaldi, Montanaro, Omiccioli, Ficola, Perini, Misin, Trillini, Pampano, Cuccù, Santoro. A disposizione: Zizzania, Cichella, Lattanzi, Tempestilli, Zancocchia, Marziali, Verdecchia, Mejas, Mandolesi. All. Eddy Mengo

CASTELNUOVO VOMANO 0: Olivieri, Morganti, Sanseverino, Casimirri, Croce, Terrenzio, Manari, Bregasi, Faggioli, Emili, Di Ruocco. A disposizione: Natale, Olivi, Ndoye, Porrini, Sciannella, Cellucci, Basilico, Fidanza, D’Egidio. All. Guido Di Fabio

ARBITRO: Pileggi di Bergamo, assistenti Cucinotta di Brescia e Tagliaferri di Faenza

LA CRONACA

Confronto terminato a reti bianche, approcciato dai padroni di casa con il canonico tridente di mediana, dove Omicioli da sempre incarna il perno al comando delle operazioni, spalleggiato da Misin da un lato (vecchia conoscenza di Guido Di Fabio nel lustro scorso, da tecnico della Fermana F. C.) e Santoro dall’altro. Diga difensiva rappresentata quindi da Ficola e Perini, con Gnaldi e Montanaro a fungere da stantuffi laterali, per una linea complessiva a tutela dell’estremo Gagliardini. In avanti, Trillini a danzare tra i reparti per suggerire lo sbocco a rete del tandem di punte interpretato da Cuccù e Pampano. Il primo tempo scorreva senza particolari emozioni, eccezion fatta per una conclusione di Emili ed un assolo di Santoro, con relativa conclusione però lontana dallo specchio di porta. Nella ripresa, il match restava bloccato, anche se vanno riportate in evidenza due trame rossoblù. Nella prima da sottolineare il tiro di Cuccù respinto sulla fatidica linea neroverde; la seconda nel cuore del recupero, con Ficola ad inzuccare in rete trovando un attento Croce a strozzargli in gola l’urlo del gol.

 

Articoli correlati: 

Montegiorgio ed Atletico Pse: ancora una domenica nel segno del Covid

Atletico Pse, idea Palladini? Il Montegiorgio espugna Rieti

Cossu: ”Atletico fermo sul campo, ma procede la programmazione futura”

Campionati e Covid, l’occhio di Ruben Dario Bolzan sul calcio fermano


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti