facebook twitter rss

Atletico Pse, idea Palladini?
Il Montegiorgio espugna Rieti

SERIE D - Terremoto sportivo al Porto Sant'Elpidio: la società ha comunicato la separazione con mister Tridici ed il suo vice Di Giacomi, optando per l'immediata apertura di un ciclo con sbocco sul futuro. All'orizzonte il profilo dell'ex Samb. Nel mentre si è dimesso il responsabile dell'area tecnica Morreale. Poker invece dei rossoblù, che nel recupero in terra laziale confezionano un tonico 2-4 in rimonta
Print Friendly, PDF & Email

Mister Claudio Tridici, ormai ex guida dell’Atletico Porto Sant’Elpidio. Il tecnico subentrò dopo un primo scampolo di stagione al collega Mirko Omiccioli

di Paolo Gaudenzi 

 

PORTO SANT’ELPIDIO – Non una giornata qualsiasi per la Serie D di provincia.

Nel mercoledì di recupero della gara tra Rieti e Montegiorgio, che visto il prorompente successo dei rossoblù per 2-4 concretizzarsi all’interno dello stadio “Gudini“, all’Atletico Porto Sant’Elpidio si registra invece un vero e proprio terremoto sportivo.

La compagine rivierasca ha reso cioè nota la separazione con mister Claudio Tridici ed il suo vice Gianluca Di Giacomi. Contestualmente lascia la truppa portoelpidiense, per dimissioni, anche il responsabile dell’area tecnica Renzo Morreale, già trainer della medesima compagine negli anni scorsi, a più riprese, in Eccellenza prima e Promozione poi.

Ringrazio a nome mio e di tutta la società mister Tridici per le buonissime cose fatte per la causa sportiva, nonostante il momento molto negativo che tutti noi abbiamo attraversato e stiamo ancora attraversando tra Covid, infortuni, l’età media bassa della rosa ed altre problematiche ambientali. Un insieme di fattori a limitare cioè le possibilità di lavoro per chiunque – il commento del direttore generale Alessandro Cossu -. A lui le migliori fortune per il futuro, così come ringrazio mister Di Giacomi, a tenere la barra dritta durante il periodo di assenza di Tridici, per motivi di salute, e del preparatore dei portieri”.

“Dispiace moltissimo salutare anche Renzo Morreale – ha proseguito il diggì -, a cui sono particolarmente legato, se sono qui è anche per l’amicizia ed il rapporto che ci lega. Renzo è una parte importante della storia del Porto Sant’Elpidio”. I motivi della separazione tra la società del presidente Gianpaolo Marini e l’ormai ex guida tecnica dovrebbero celarsi, condizionale d’obbligo, con il vettore operativo proiettato al futuro. Come noto da mesi, e ribadito più volte anche dagli stessi tesserati di vertice, l‘Atletico Porto Sant’Elpidio sta attraversando una stagione particolare, di ristrutturazione societaria e probabilmente, vista la delicata situazione di classifica (squadra collocata all’ultima posizione nel girone) il sodalizio biancoblù potrebbe già iniziare a pianificare la prossima stagione sportiva, sin da ora, con la guida tecnica che verrà.

Ottavio Palladini, nelle vesti di tecnico abruzzese, in un dopo Fermana-Teramo degli anni recenti

Il nome forte per la piazza, al momento, pare essere quello di Ottavio Palladini, storico ex centrocampista offensivo della Sambenedettese, al timone poi dei rossoblù ed a maturare anche altre esperienze da tecnico, tra serie C e D, in squadre come Teramo e Vastese.

L’idea è quella di permettere all’allenatore del campionato 2021/22 di poter tastare sul campo, sin da subito, il giovane materiale umano e sportivo da traslare nell’immediato futuro. Entro domani il nome del successore di Tridici, a questo punto, figura che resterà in sella per il ciclo nascente in riva all’Adriatico di provincia. 

Al seguito della rotta ritracciata oggi dalla società, arrivano anche la parole dell’ormai ex responsabile dell’area tecnica, Renzo Morreale.

“Purtroppo quando non vengono i risultati paga sempre l’allenatore – le parole di Morreale -. Ringrazio mister Tridici e Di Giacomi, professionisti encomiabili, che hanno investito tempo ed attenzioni approfondite alla squadra, facendo il possibile nel relativismo del caso. Avendo scelto io lo staff, e vista la soluzione societaria di giornata, ho quindi deciso di farmi da parte per il ruolo che ho rivestito, effettuando una scelta in tutta serenità. Sono molto legato ai colori del Porto Sant’Elpidio, mi prendo perciò in autonomia le responsabilità delle mie azioni – il congedo di Morreale nel merito -: le cose sono andate male, ed è giusto che mi faccia da parte al termine di questa breve analisi. Il prossimo anno, se possibile, ritornerò in campo nelle mie naturali vesti di allenatore – l’auspicio del mister -, non è il mio posto operare da dietro la scrivania, è stata una bella esperienza, formativa per certi versi, ma sento più forte il richiamo della panchina”.

Infine il Porto Sant’Elpidio comunica che, sempre in data odierna, è stato effettuato il nuovo ciclo di tamponi, dove è risultato un ulteriore positivo (per un totale dal fine settimana pregresso di sei unità). Domani un altro tesserato verrà sottoposto ad approfondimenti tramite tampone molecolare. 

 

Fasi del match vinto quest’oggi dal Montegiorgio in quel di Rieti

RIETI – Dalla costa di provincia al calcio giocato, per l’ennesimo episodio infrasettimanale di campionato, in epoca di rinvii, quale ordinaria amministrazione sotto Covid. Lo dicevamo in apertura, il Montegiorgio è andato infatti in scena nel primo pomeriggio di giornata per il recupero della tappa numero 14 di torneo. Grazie alle reti di Perini, Montanaro, Cuccù e Pampano i rossoblù hanno confezionato un ottimo poker, valso tre punti esterni a fortificare classifica e morale.

IL TABELLINO

RIETI 2: Campolo, Sadek, Giona, Giannetti, Scognamiglio, Montesi, Vari, Marchi, D’Alessandris, Tirelli, Tommasone. A disposizione: Saglietti, Gualtieri, Tiraferri, Bramut, Esposito, Galvanio, Signate, Prandelli. All. Stefano Campolo 

MONTEGIORGIO 4: Gagliardini, Gnaldi, Montanaro, Omiccioli, Ficola, Perini, Misin, Trillini, Mandolesi, Albanesi, Santoro. A disposizione: Zizzania, Tempestilli, Lattanzi, Marziali, Zancocchia, Cernetti, Mejas, Pampano. All. Eddy Mengo

ARBITRO: Fabrizio Arcidiacono di Acireale, assistenti Simone Conte di Napoli ed Agostino De Santis di Campobasso

RETI: 7′ Tirelli (rig.), 37′ Perini, 48′ Vari, 65′ Montanaro, 81′ Cuccù, 94′ Pampano

LA CRONACA

La partita iniziava però in salita. Al minuto 7 c’era infatti il repentino vantaggio locale: fallo di Ficola in area e trasformazione dagli undici metri di Tirelli per l’1-0. Il Montegiorgio però non si scomponeva più del lecito ed il pareggio arriva circa mezz’ora dopo. Punizione calciata da Omiccioli, torre dello stesso Ficola per Perini e l’1-1 era cosa fatta. Nella ripresa, start delle danze calcistiche in perfetta fotocopia della prima parte di giornata, vale a dire con il nuovo ed immediato vantaggio locale. Al 3′ si palesava cioè la conclusione chirurgica di Vari, pronto a sfruttare una trama in uscita ospite, per il 2-1 laziale. Nessun problema ai fini del computo di giornata, perché Pampano disegnava, nel cuore del tempo, un cross susseguente ad un corner per la trasformazione sotto misura di Montanaro. Sul 2-2 l’accelerata dell’undici fermano e quindi, in coda al match, fuga di Albanesi in bello stile, servizio per Cuccù e tiro vincente a giro sotto l’incrocio. La sigla sul mach dal felice esito fermano arrivava nel recupero, grazie all’assist di Cuccù per Pampano, a decretare il definitivo 2-4.

 

Articoli correlati: 

Il Montegiorgio frena la capolista, Atletico Pse fermo causa Covid

Riscontrati quattro casi Covid all’Atletico Porto Sant’Elpidio

Recupero amaro, l’Atletico paga dazio in casa della Matese

Montegiorgio ed Atletico Pse uniti in un’amara domenica

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti