facebook twitter rss

Da Ponzano alla Malpensa, il Red Racing all’esordio nel Campionato Italiano

MOTOCROSS - Dal monopolio nel regionale del "Guido Catini" all'approdo sulle piste del circuito tricolore in provincia di Varese, ma la musica non cambia: la legge di Graziano Peverieri si impone anche oltre i confini marchigiani. Da segnalare purtroppo una domenica macchiata dalle cadute di Adriano Piunti ed Andrea Storti
Print Friendly, PDF & Email

Il podio di Girolami, in copertina l’ennesimo successo di stagione di Peverieri

 

di Paolo Gaudenzi

FERMO – Il team Red Racing, dopo la scorpacciata effettuata sul tracciato domestico del “Guido Catini” di Ponzano di Fermo nel Campionato Regionale Fmi Marche, categoria Mx2 Over (vedi tra gli articoli sotto correlati), è ripartito nel week end scorso dal tracciato “Ciglione della Malenza“, in provincia di Varese, per la prima prova del Campionato Italiano Fmi Senior 125 e Femminile, kermesse a contare nel mentre anche categorie Veteran, SuperVeteran Mx1 ed Mx2.

Il fine settimana lombardo ha messo in luce gioie e dolori per gli alfieri fermani prontamente scortati al nord dal team manager Giampiero Scaloni. Partendo dal prospetto analitico del sabato, il campione italiano Adriano Piunti, in gara nelle selezione Mx2 SuperVeteran, ha fatto sua un’ottima seconda posizione, preceduto dal nuovo acquisto Simone Girolami. Nella Veteran, il neo campione italiano Graziano Peverieri ha nuovamente ricapitalizzato la seconda posizione per la partenza domenicale, primo nella Mx2. Un contesto di gara che ha visto anche il buon esordio di Ivan Lucarelli, abile da neofita nel centrare un tonico sesto tempo, terzo di categoria. Nella Mx1 Veteran da segnalare poi l’ingresso in campo un’altra new entry, Andrea Storti, lesto a mettersi subito in luce dai primi assaggi di pista tanto da chiudere le qualifiche in seconda posizione, rallentato all’ultimo giro dalle bandiere gialle esposte lungo il tracciato, lasciando quindi a pilota e management del team più di un rimpianto per un esito dalla somma gioia.

Il bottino del sabato ha rappresentato però un’illusoria vigilia per la giornata seguente, per una domenica macchiata purtroppo da due sinistri. Partendo con l’occhio analitico dalle performance, i primi a schierarsi dietro al cancelletto di partenza sono stati i piloti afferenti alla categoria Veteran Mx1 e Mx2, con il più veloce allo start risultato essere Andrea Storti, a transitare all’epilogo in prima posizione, con Graziano Peverieri a chiudere alle sue spalle. Purtroppo, dopo qualche curva, già alle prime emozioni di sfida una caduta nel gruppo costringeva il direttore di gara ad esporre la bandiera rossa, sinonimo di sospensione temporanea della gara con nuovo schieramento di partenza.

L’avvio bis era nel segno performante del primo, ma poco dopo Storti cadeva alla prima discesa decretando gli estremi per una nuova sospensione. Ed ecco pertanto il terzo via domenicale, dove all’abbassarsi del fatidico cancelletto il più lesto era Graziano Peverieri, a bordo della sua 250 a due tempi, scattante nel prendere il comando della gara e transitare sotto la bandiera a scacchi per primo, vincendo quindi la prima batteria della Veteran. Purtroppo non si può dire lo stesso per Ivan Lucarelli, partito nelle retrovie fino a recuperare la dodicesima piazza per collocarsi così nella settima tra la Mx2.

E siamo alla SuperVeteran, contesto agonistico dove, nonostante le prime posizioni caratterizzate dagli alfieri griffati Red Racing, le partenze non sono state archiviate come tra le più brillanti dell’assaggio di stagione. Simone Girolami riusciva comunque a risalire fino alla settima posizione, classificandosi terzo nella Mx2, mentre Adriano Piunti all’ultimo giro riusciva a recuperare centrando la nona, prima però di incappare in una rovinosa caduta.

Nella seconda batteria della Veteran partenza tra i primi dieci per Peverieri, con Lucarelli pronto alle sue spalle ma in transito al fianco della bandiera a scacchi solo come quinto. Peverieri confermava invece lo sportivo “istinto omicida” risultando, manco a dirlo, primo nella Mx2 ed automaticamente tale anche nella categoria, con tanto di tabella rossa di leader nel campionato. Settimo, invece, Lucarelli e secondo nella Mx2. In considerazione della somma dei punti accumulati, ecco chiudersi la parentesi lombarda in quinta posizione nella classifica generale Veteran Mx2. Nella seconda batteria della SuperVeteran, Simone Girolami conquistava da par suo un ottimo quarto posto, a valergli pertanto il secondo gradino del podio nella Mx2.

Dopo la succulenta panoramica sportiva, l’occhio analitico si sposta ora e doverosamente verso il consulto dei referti medici di Storti e Piunti. Per il primo gli accertamenti del caso hanno evidenziato la rottura di sette costole con lievi complicazioni, per Piunti bilancio sanitario leggermente meno amaro, pagato con sei costole al netto di ulteriori problematiche. La redazione di Cronache Fermane si unisce pertanto all’augurio già formulato dai vertici del Red Racing affinché tali piloti possano tornare presto in salute, successivamente in pista per narrare infine nuove gesta a culminare con rinnovati successi, griffati per l’appunto Piunti & Storti.

 

Fotogallery dal circuito lombardo

Adriano Piunti

Andrea Storti

Simone Girolami

Graziano Peverieri

Ivan Lucarelli

 

Articoli correlati: 

Red Racing, che domenica: monopolio al Campionato Regionale Fmi

Al ”Catini” si palesa nuovamente la legge di Graziano Peverieri

Ancora il San Savino per la seconda tappa di stagione del Red Racing

Red Racing, ripartenza con botto: due podi per la prima del 2021


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti