facebook twitter rss

Recuperi amari per Atletico Pse e Montegiorgio, prossime ad incrociarsi nel derby

SERIE D - Mercoledì privo di soddisfazioni (e di punti) per le portacolori di provincia. Il Porto Sant'Elpidio cede il passo domestico alla sortita del Rieti, a passare al "Ferranti" per 1-3; i rossoblù di mister Mengo pagano pegno 2-1 sull'erba del San Nicolò Notaresco, il tutto prima dell'incrocio che vedrà, domenica prossima, le portacolori di provincia sfidarsi all'interno del "Tamburrini"
Print Friendly, PDF & Email

L’inizio del match tra Atletico Porto Sant’Elpidio e Rieti. Foto set, ufficio stampa biancoblù

 

di Paolo Gaudenzi

FERMO – Dalla tradizionale domenica di campionato al mercoledì di recuperi, prassi purtroppo e pressoché consolidata in un campionato, quello corrente, profondamente segnato da stop e rinvii legati alle (sin troppe) positività al Covid sparse per tutto l’arco della stagione.

Ne è scaturito un passaggio amaro di stagione, culminato con due sconfitte, a rappresentare il prologo per il prossimo fine settimana in quota ad ambo le portacolori provinciali di categoria, chiamate al derby all’interno dello stadio “Tamburrini” di Montegiorgio.

 

PORTO SANT’ELPDIO – Nuovo impegno domestico per l’Atletico Pse, che sulla scia del successo di sette giorni fa imposto all‘Olympia Agnonese, a trovare continuità nel recente fine settimana con il pareggio a reti bianche maturato ospitando il Castelfidardo, quest’oggi ha affrontato, sempre al “Ferranti”, il Rieti di mister Raffaele Battisti.

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

ATLETICO PORTO SANT’ELPIDIO 1: Cavalieri, Cantarini, Gusteri, Raffaeli, Ravanelli, Aliffi, Bordi, Orazi, Spagna, Gelsi, Perri. A disposizione: Faini, Rosettani, Pierdomenico, Ferri, Giuli, Cesetti, Palladini M., Zira, Carissimi. All. Ottavio Palladini

RIETI 3: Scaramozzino, Sadek, Zona, Mattei, Scognamiglio, Montesi, Vari, Marchi, Prandelli, Tirelli, Galvanio. A disposizione: Saglietti, Gualtieri, Giannetti, Tiraferri, Orchi, Tunkara, Esposito, Signate, D’Alessandris. All. Raffaele Battisti

ARBITRO: Stefano Giampietro di Pescara, Giuseppe Rizzi di Barletta e Michele Fracchiolla di Bari

RETI: 9′ Gelsi, 15′ e 30′ Prandelli, 70′ Tirelli (rig.)

LA CRONACA

Un Rieti più riposato rispetto al Porto Sant’Elpidio, al netto cioè dell’impegno domenicale, e con l’intento di portare via punti pesanti al “Ferranti” cercava sin dalle prime battute di rompere ogni indugio. Intenti a transitare per due ravvicinate conclusioni cercate da Mattei e Tirelli, finite sul fondo, a differenza però dell’eurogol griffato Gelsi, valso l’illusorio vantaggio biancoblù. L’attaccante locale dai 35 metri faceva partire una sventola imprendibile per l’estremo laziale Scaramozzino. Il Rieti non si scomponeva, accorciandosi metaforicamente le maniche per raggiungere il pareggio, pochi minuti dopo, con Prandelli, lesto a correggere in rete un’azione scaturita da calcio d’angolo, e facendosi largo tra le tante maglie casalinghe.

Ed a cavallo della mezz’ora del primo tempo lo stesso Prandelli, sugli sviluppi di una punizione di Tirelli, confezionava la doppietta personale e l’allungo di squadra, con tanto quindi di risultato ribaltato in favore degli ospiti. Parziale che poteva assumere già i contorni del tris poco dopo, con il palo esterno colpito allo scadere da Vari, a Cavalieri battuto. Nella ripresa l’Atletico si gettava in avanti alla volta del pareggio, ed al minuto 60 Cantarini timbrava la traversa, con Spagna a lisciare di poco il tap in vincente. Un segnale, questo, a scuotere il Rieti, pronto a pigiare sull’acceleratore con Galvanio e Tirelli, ma a trovare un Cavalieri del tutto reattivo. Estremo marittimo che nulla poteva, però, sul rigore trasformato dallo stesso Tirelli per un fallo commesso ingenuamente da Cesetti. Il Porto Sant’Elpidio non accusava il fatto più del lecito, ripartendo alla volta della porta rietina e mancando l’impatto a rete con Ravanelli a ridosso dei titoli di coda, poco prima cioè che l’arbitro sorvolasse poi su atterramento subito da Giuli, in area avversa, con tanto di proteste portoelpidiensi.

Finiva perciò con il blitz del Rieti, formazione apparsa tra le più intraprendenti ammirate dagli addetti ai lavori in riva all’Adriatico fermano, ma con l’Atletico, di contro, a dimostrarsi per larghi tratti della gara all’altezza della situazione.

 

Il calcio d’inizio di San Nicolò Notaresco – Montegiorgio

NOTARESCO (TE) – Ancora l’Abruzzo lungo il cammino del Montegiorgio. Domenica è infatti andata in scena la trasferta in quel di Giulianova per la disputa della sfida contro i padroni di casa del Real, chiusa in favore dei teramani per 2-1. Quest’oggi invece, nuovo transito nel Teramano per la truppa rossoblù, a considerare cioè il ritorno al sud della regione confinante per il match in casa del San Nicolò Notaresco.

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

SAN NICOLO’ NOTARESCO 2: Shiba, Ghiani, Speranza, Sorrini, Gallo, Marchionni, Massarotti, Paganin, Acquadro, Dos Santos, Mancini. A disposizione: Demalija, Simoncini, Palumbo, Montuori, Di Stefano, Frulla, Bana, Buonavoglia, Olcese. All. Massimo Epifani (in panchina )

MONTEGIORGIO 1: Zizzania, Tempestilli, Montanaro, Omiccioli, Ficola, Gnaldi, Pampano, Misin, Lupoli, Trillini, Zancocchia. A disposizione: Renzi, Mantini, Cernetti, Marziali, Ballarini, Baldini, Santoro, Mejas, Mandolesi, Albanesi. All. Eddy Mengo

ARBITRO: Lucio Felice Angelillo di Nola, di Domenico Romano di Nola e Pierpaolo Vitale di Sale

RETI: 66′ Montuori, 77′ Dos Santos, 92′ Santoro

LA CRONACA

All’interno dell’impianto “Vincenzo Savini” rossoblù ancora al netto del portiere Gagliardini e del difensore Perini, assenze in retroguardia a fare il paio con quelle in avanti relative ad Albanesi e Cuccù. Ad incarnare il tipico tridente offensivo in giornata ci pensavano quindi Lupoli e Pampano, terminali suggeriti da Trillini, collocato alle loro spalle. Gli intenti giornalieri dell’undici dell’entroterra fermano erano naturalmente quelli votati a girare la pagina recente rappresentata dalla sconfitta a tinte giallorosse, e quindi Pampano scagliava subito a rete centrando la parte alta della traversa. Tentativo emulato da Zancocchia, di sinistro a lambire l’incrocio dei pali. I padroni di casa si destavano con Mancini, provando senza particolari velleità alla volta dell’estremo Zizzania, seppur da distanza ravvicinata.

Nel secondo tempo, però, la rottura degli argini di partenza. Al minuto 20 calcio d’angolo fatale, con Montuori a perforare le resistenze montegiorgesi grazie ad un tiro a volo in bello stile. Dieci minuti dopo il raddoppio teramano, con Dos Santos ad infilare di mancino l’angolo giusto alle spalle di Zizzania. Il Montegiorgio cercava quindi di concretizzare l’assalto all’arma bianca riuscendo, in parte, nell’intento, anche se agli sgoccioli della sfida, quando ormai era cioè troppo tardi. Correva infatti il secondo minuto di recupero ed il subentrato Santoro siglava il definitivo 2-1, marcatura utile solo ad edulcorare parzialmente il rinnovato pomeriggio abruzzese dell’undici di mister Mengo.

 

Foto set dal match disputato in esterna dai rossoblù di mister Eddy Mengo

 

 

Articoli correlati: 

Per l’Atletico Pse punto casalingo, mentre il Montegiorgio cade in esterna

Hurrà Atletico Pse, arriva la vittoria nel recupero contro l’Agnonese

Sfide domestiche per Montegiorgio ed Atletico Pse: rivieraschi battuti, rossoblù da pari e patta

L’Atletico Pse c’è ma il Montegiorgio infligge la doppia zampata: il derby è rossoblù


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti