facebook twitter rss

Patagonia in pillole:
da Esquel a Trelew continua
il tour dei “4 matti”

ESPERIENZE - Ennesimo capitolo del diario di Oberdan Cesanelli dal Sud America per il progetto teatrale firmato LaGrù
Print Friendly, PDF & Email

di Oberdan Cesanelli

Esquel el corazon de la Patagonia…

Ce ne andiamo da Bariloche, ancora in direzione sud, sempre costeggiando le Ande. Lasciamo la provincia di Neuquen e ci inoltriamo nella provincia di Chubut, sempre attraversando paesaggi incredibili. Prossima tappa è Esquel, dove ci aspetta Susana Favarato, instancabile organizzatrice di questo evento. Esquel è una piccola cittadina, circa 30.000 abitanti, fondata da un italiano, Medardo Morelli, nel 1906; ci sono nelle vicinanze circa 14 km di piste da sci, un lago e una stazione col binario più piccolo del mondo, appena 75 centimetri. Susana ci aspetta a casa per la cena, e quando scrivo casa è come se scrivessi “casa nostra”, perché è così che ci fanno sentire Susana e Ruben. Siamo accolti nella loro bella famiglia come se fossimo I parenti lontani appena ritornati; mangiamo empanadas e trota in compagnia di Dario e sua moglie con I tre figli, di Giovanna e Sebastian e I piccoli Ciro e Ulisse. Susana è di origine veneta e Ruben friulana. Ci raggiunge anche Damian Rastelli, un amico di famiglia di origini marchigiane, di Matelica.

Damian organizza viaggi in questi luoghi stupendi. Il giorno dopo ce ne andiamo un po’ in giro per la città, e a sera ci dirigiamo in teatro. Susana ha fatto un gran lavoro ed ha ottenuto addirittura una deroga per farci fare lo spettacolo, visto che domani in Argentina si vota. Il teatro si riempie, la gente ride, si diverte.

Dopo la rappresentazione tutti a casa di Dario per un asado unico… una mangiata di carne memorabile. Qui incontriamo anche Davide e Florinda, due giovani italiani che tre anni fa hanno lasciato la Brianza per venire a vivere qui, lei insegna italiano, lui fa birra e costruisce case ecologiche. Che storia…

Qui, nel corazòn della Patagonia, ci siamo sentiti a casa, grazie Susana. Domani il tratto forse più lungo e deserto del viaggio, da Esquel a Trelew…e mi ritornano in mente le parole della sera prima di Damian Rastelli da Matelica: “Il tour dei matti pensavo di farlo io, 5 voli in 11 giorni, ma voi mi battete!”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti