facebook twitter rss

Barriere anti-rumore lungo la ferrovia,
faccia a faccia Loira-Rfi:
concordato l’iter dell’intervento

PORTO SAN GIORGIO - Il primo cittadino: "Ho riscontrato assoluta disponibilità all’intervento da parte di Rfi. Coinvolgerò nel procedimento la cittadinanza, anche nelle sue rappresentanze, per confrontarci sui modi e i termini dell’intervento”
Print Friendly, PDF & Email

Amministrazione comunale e Rfi insieme per il piano di risanamento acustico sulla linea ferroviaria che attraversa la città. L’intesa è arrivata stamattina  a Roma, nell’incontro avuto dal sindaco Nicola Loira con i rappresentanti della società delle Ferrovie dello Stato.
Negli ultimi tempi si è infatti riaperto il dibattito sulla necessità di fronteggiare l’inquinamento acustico, in considerazione anche del potenziamento dei treni.
“Di recente i rappresentanti degli albergatori – ricordano dal Comune – avevano chiesto all’amminstrazione comunale di adoperarsi affinché venisse aperto un tavolo di confonto con Rfi per valutare la possibilità di installare barriere antirumore nel territorio sangiorgese.
Il sindaco Nicola Loira si era detto disponibile: questa mattina si è recato nella Direzione Investimenti di Rfi ed ha incontrato il responsabile del Risanamento acustico Gianluigi De Carlo. Il confronto è stato precedeuto da uno scambio di informazioni telefoniche che ha permesso alle parti di dialogare sulla base di una documentazione tecnica elaborata da Rfi, dati e planimetrie.
L’ingegner De Carlo ha chiesto al sindaco di aprire ufficialmente il procedimento di valutazione sulla fattibilità delll’intervento attraverso una richiesta formale da avanzare alla Rfi.

Nicola Loira

Le parti hanno concordato l’iter da seguire. Dopo la richiesta, seguirà un incontro a Porto San Giorgio alla presenza dei funzionari della società incaricata della progettazione dell’opera”.
“Ho riscontrato assoluta disponibilità all’intervento da parte di Rfi, sia economica che progettuale – ha detto il primo cittadino appena uscito dagli uffici romani – ciò anche in virtù del fatto che rientra tra gli obblighi della società il risanamento acustico del territori attraversati dalla rete ferroviaria.  Coinvolgerò nel procedimento la cittadinanza, anche nelle sue rappresentanze, per confrontarci sui modi e i termini dell’intervento”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti