fbpx
facebook twitter rss

IL RITORNO A CASA
Coronavirus, Alessia è in Italia:
«Il viaggio è andato bene»

VIRUS - La studentessa di Monte Urano ora dovrà restare in isolamento, insieme agli altri italiani tornati da Wuhan, alla caserma di Cecchignola, a Roma
Print Friendly, PDF & Email

 

Le strutture adibite all’aeroporto militare per il controllo sanitario prima del trasferimento in caserma

 

di Francesca Marsili

Dopo 13 ore di volo, il Boeing KC-767A dell’Aeronautica militare italiana, ha riportato in Italia Alessia Bartolini, la 25enne di Monte Urano bloccata a Wuhan dall’epidemia del coronavirus. È atterrato all’aeroporto di Pratica di Mare, alle dieci circa di oggi. «È andato tutto bene – fa sapere la studentessa e interprete marchigiana attraverso un messaggio – ci stanno portando in caserma». Bartolini era a Wuhan, città focolaio dell’epidemia, dallo scorso novembre. Stava frequentando una scuola privata per approfondire lo studio della lingua. Con lei, sul volo predisposto dall’Unità di crisi della Farnesina, altri 55 connazionali che hanno scelto di ritornare in Italia.

La palazzina dove alloggeranno gli italiani rientrati oggi da Wuhan

Sarebbero dovuti essere 57 gli italiani in partenza, ma secondo quanto si è appreso, uno studente è rimasto a Wuhan perché aveva la febbre ed i protocolli sanitari internazionali, in questi casi, vietano di salire a bordo a chi mostra sintomi che potrebbero essere riconducibili al coronavirus, per la tutela degli altri passeggeri. All’arrivo, come tutti gli altri di ritorno da Wuhan, è stata sottoposta ad un ulteriore controllo medico all’interno dell’area predisposta dall’Unità di difesa chimica, batteriologica, radiologica, nucleare dell’Aereonautica. Sul posto ci sono anche cinque tende a compressione negativa che saranno utilizzate nel caso in cui uno dei 56 passeggeri dovesse avere dei sintomi del Coronavirus. Per le prossime due settimane, durata dell’incubazione del virus, la casa di Alessia Bartolini, sarà una stanza in una delle palazzine ocra della caserma militare della Cecchignola a Roma dove resterà in quarantena. Sono stati ultimati i controlli sanitari, non ci sono problemi di sorta per i nostri concittadini che stanno per essere portati alla Cecchignola presso il centro sportivo dell’Esercito. «All’apparenza stanno tutti bene, bisogna però fare dei controlli», ha confermato Stefano Verrecchia, capo dell’Unità di crisi della Farnesina. Quindi, se tutto va bene, Alessia Bartolini, presto potrà riabbracciare la sua famiglia a Monte Urano.

 

Alessia Bartolini a Wuhan

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X