facebook twitter rss

A Capurso splende il sole, il Cobà torna a dettare legge

SERIE A2 - Perentorio 1-9 quello imposto in giornata dai sangiorgesi di mister Ricci ai baresi padroni di casa. Un risultato che riscatta gli Shark dal turno scorso, e mantiene in corsa i biancoblù per la somma gloria di stagione
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della sfida in esame, caratterizzato dall’attacco dei sangiorgesi

CAPURSO (BA) – Importante successo quello conquistato oggi al PalaLivatino dal Futsal Cobà.

Vittoria ottenuta contro la squadra locale, invischiata in piena lotta per la salvezza ma che aveva ben bloccato la gara di andata, a Porto San Giorgio, per un match chiuso sul pareggio di 1-1. Assenze importanti da entrambe le parti, ma gli uomini di mister Antonio Ricci hanno lottato con convinzione, anche uscendo da situazioni intricate, recuperando qualità e continuità. Il consuntivo dice quindi una grande prova di tutti, ben capitanati da Bagalini.

Fin dalle prime battute si è visto infatti un collettivo sangiorgese ben compatto. Il gol, anche se non maturato subito, ne è la logica conseguenza: Sgolastra al 7’ finalizzava da par suo una bellissima azione, batttendo l’ottimo estremo locale Di Ciaula. A metà frazione un fallo di Del Pizzo, da dietro, su De Mola è per l’arbitro numero due, Aumenta di Sala Consilina, meritevole non solo dell’ammonizione (che forse era il provvedimento idoneo) ma del rosso diretto. Ma i due minuti in inferiorità numerica portavano solo alla conclusione del capitano Campagna. Superato tale momento, il Cobà tornava a gestire la sfida e, dopo una serie di grandi interventi dell’estremo locale, tornava a fare breccia con Bernardez, per chiudere sul 2-0 il primo tempo. Il Capurso non è che nel frattempo non abbia giocato, ma ha solo avuto il “torto” di trovare un Futsal Cobà in grande giornata.

Nella ripresa, la gara non cambiava prospettiva e di conseguenza piano piano si andava a definire: Bernardez faceva doppietta in contropiede, quindi Mateus con una bella conclusione da azione di corner portava i sangiorgesi sul 4 a 0. Con il portiere di movimento stesso (Albanese) gli uomini di Recchia accorciavano le distanze ma a seguire, per cercare logicamente di rientrare in gara, pagavano un prezzo salato e lasciavano spazio alle realizzazioni di Bernardez (due volte in contropiede), Persec (due conclusioni da risoluto pivot) e del solito Guga. Il 9 a 1 finale penalizzava oltremisura il Capurso. I baresi avranno modo, recuperando gli assenti odierni, di dimostrare il loro valore. Il poker di Bernardez, la doppietta di Persec e gli acuti di Sgolastra, Mateus e Guga non lasciano spazio ad interpretazioni. All’altezza della situazione anche i portieri Fiuza e Cianni. A fine gara, le dichiarazioni di ister Ricci: “Purtroppo i giudizi nello sport non dovrebbero essere sempre condizionati dai risultati. Credo che abbiamo avuto più palle gol sabato scorso che oggi, eppure oggi abbiamo vinto e sabato scorso no. Sono contento di tutti, ora come sabato scorso. E questo giudizio positivo dei miei giocatori è lo stesso dall’inizio per aver fatto 11 gare con 9 vittorie e 2 pareggi”.

 

Articoli correlati: 

Cobà di pareggio, a Castelfidardo matura un punto

Cobà ok contro l’Atletico Cassano, a meno quattro il sogno continua

Pareggio di qualità tra Cobà e Manfredonia

Il Cobà è una certezza, splende il sole sul resto della stagione


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti