facebook twitter rss

Trasporti e scuola: le regole contro il contagio. Attesa per il nuovo decreto del Governo

DECRETO - Ipotesi Green Pass anche gli studenti universitari. In attesa che il Cdm approvi oggi il nuovo decreto con le misure anticontagio per scuola e trasporti, prende piede l'ipotesi di rendere obbligatoria la certificazione non solo al personale della scuola ma anche agli studenti universitari.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

All’università col Green Pass. Sarebbe questa la novità emersa dalla cabina di regia del Governo. Certificazione obbligatoria, quindi, non solo per il personale scolastico ma anche per quello universitario, studenti compresi in quest’ultimo caso. Ipotesi che finirà sul tavolo del Cdm chiamato oggi ad approvare un nuovo decreto con le regole anticontagio per scuola e trasporti, dopo quello di fine luglio che entrerà in vigore domani, e che riguarda altri settori: ristoranti, bar, cinema, eventi sportivi e culturali, ma anche palestre e musei. Secondo l’Ansa sarebbe in corso pure una discussione sulla possibilità di estendere l’obbligo del certificato agli studenti delle superiori che abbiano più di 16 anni. 

Esclusa, invece, la gratuità dei tamponi come chiedevano alcune forze politiche. I prezzi saranno però calmierati e questo per evitare che soprattutto i più giovani non si vaccinino. Capitolo a parte, sui cui non c’è ancora una intesa, quello delle sanzioni a carico del personale scolastico che non ha il Green Pass. Per quanto riguarda i trasporti a lunga percorrenza il provvedimento dovrebbe entrare in vigore il 1 settembre e riguardare treni e traghetti utilizzati per spostamenti extra regionali. In questo caso quindi obbligo di certificazione verde alla mano. Escluso quindi il trasporto locale. Si va inoltre verso l’aumento della capienza dei trasporti a lunga percorrenza, a cominciare proprio dai treni. Nel corso della cabina di regia l’orientamento emerso è quello di aumentare la capienza dal 50% all’80% dei posti disponibili. “I clienti degli alberghi che vogliono accedere ai ristoranti e ai bar al chiuso nelle strutture non dovranno utilizzare il Green Pass. Lo ha deciso, secondo quanto si apprende da fonti di governo, la cabina di regia tra i capigruppo della maggioranza confermando quanto già previsto dal decreto precedente” riporta ancora l’Ansa. Altra novità attesa riguarda i tempi di permanenza in quarantena per i vaccinati. Per chi abbia completato il ciclo, in caso di contatto con un positivo al Covid, durerà sette giorni invece di dieci. I nuovi termini dovrebbero essere indicati da una circolare del ministero della Salute: la quarantena potrà terminare al settimo giorno, dopo tampone negativo.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti