facebook twitter rss

Provinciali, Fabiani promuove la candidatura di Ferranti: “Ora spetta ai sindaci la sintesi del progetto di rinnovamento”

ELEZIONI - Il sindaco di Monteleone è stato il primo a proporre la candidatura alla presidenza di un sindaco di un piccolo borgo. "Ai sindaci spetta la sintesi politica conclusiva del progetto di rinnovamento dei vertici della Provincia di Fermo. Calcinaro? A lui va fatto un plauso, con spirito di servizio si è messo a disposizione"
Print Friendly, PDF & Email

“Una bella notizia, la candidatura unitaria di Mauro Ferranti sindaco di Montappone alla presidenza della Provincia di Fermo. Restituisce unità, trasparenza, innovazione e si mette dalla parte dei cittadini delle comunità locali, fuori dai soliti giochi di palazzo”. A parlare è Marco Fabiani, sindaco di Monteleone di Fermo, e primo a proporre pubblicamente la candidatura alla presidenza della Provincia di un sindaco di un piccolo borgo. Un Fabiani che oggi, dunque, promuove la candidatura del suo omologo montapponese appoggiato da una coalizione di partiti, dalla Lega al Pd, e da diversi amministratori civici del Fermano.

“Quando alcuni mesi fa avanzammo la proposta di un progetto politico insieme ai colleghi sindaci di Belmonte Piceno, Falerone, Monte Vidon Corrado, Montottone, Petritoli, Ponzano di Fermo, Servigliano, Smerillo e di molti altri colleghi sindaci, che fosse capace di cogliere le opportunità offerte al nostro territorio, anche dal Pnrr, indicando nei piccoli borghi il motore anche di un nuovo sviluppo economico e sociale – ricorda e rimarca Fabiani – sentivamo la difficoltà di una impresa tutta in salita. Troppi, infatti, i luoghi comuni, gli stereotipi di questi anni che volevano la subalternità delle aree interne ad un baricentro tutto spostato lungo la costa e verso gli agglomerati urbani, qualcosa che non corrisponde, né alla storia di questo territorio, né alla sua rinascita tutta da costruire. Il tempo è maturo per un cambio di passo che metta al bando logiche e dinamiche divisive, primogeniture ed egemonismi tutti risultati, fin qui, ininfluenti ad un concreto cambiamento, come testimoniano, questa volta sì, i numeri, i dati ufficiali relativi agli indicatori economici, turistici, produttivi e demografici del Fermano. Si tratta adesso di vedere se la politica di questo nostro territorio ha il coraggio, la lungimiranza, di cogliere questa opportunità”. E Calcinaro, sindaco del comune capoluogo? Anche lui era tra i papabili, non pochi gli ammiccamenti ricevuti dal primo cittadino fermano per una sua discesa in campo come candidato presidente. “A lui va fatto un plauso. Il sindaco di Fermo, con spirito di servizio si è messo a disposizione, riconoscendo la fondatezza e la genuinità del progetto presentato dai sindaci del territorio fermano. Ai sindaci spetta la sintesi politica conclusiva del progetto di rinnovamento dei vertici della Provincia di Fermo. La politica intesa come esercizio di cura e di servizio verso i propri amministrati; qualcosa cioè che non nega né le differenze culturali, né gli schieramenti di appartenenza, ma sa ritrovare, nel momento della massima necessità, le ragioni di un interesse generale, di un territorio in difficoltà concepito e governato come bene comune da tutelare e riprogettare. Oggi, con questa scelta, possono maturare finalmente condizioni nuove e favorevoli, impegneremo il meglio di noi stessi per realizzarle. Desidero ringraziare i tanti miei colleghi sindaci che hanno partecipato sin dal primo momento, al di là di ogni appartenenza, nel nome di un agire comune. Per questo mi sento di dire che oggi le diverse realtà urbane della Provincia sono ancora più vicine e possono cooperare per le buone idee per il nostro territorio”.

L’INTERVENTO “Un sindaco di un piccolo borgo alla guida della Provincia di Fermo”

Provinciali, colpo di scena: il sindaco Ferranti candidato presidente con una maxi coalizione bipartisan di Partiti e civici




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti