facebook twitter rss

“Non possiamo accogliere i pazienti che arrivano da fuori Area vasta”, Terrenzi si appella a prefetto e politica

SANT'ELPIDIO A MARE - Il monito del primo cittadino: "Che sia l'Area vasta 4, la più piccola, l'unica con un solo ospedale, a doversi far carico pure dei malati degli altri, che hanno ben più strutture a disposizione, mi sembra illogico"
Print Friendly, PDF & Email

Alessio Terrenzi

“Siamo la provincia con meno strutture e servizi, non possiamo farci carico anche dei malati delle altre Aree vaste”. Il sindaco di Sant’Elpidio a Mare Alessio Terrenzi alza la voce sull’emergenza Covid e le problematiche della sanità fermana. Un intervento che parte dalla conversione, avvenuta dall’inizio del 2022, della struttura cittadina per cure intermedie in reparto Covid per pazienti post critici.

“Abbiamo condiviso la decisione della direzione di Area vasta – precisa Terrenzi – di fronte ad un’emergenza vanno presi i provvedimenti che servono e se c’è bisogno del nostro ospedale per i pazienti Covid, che lo si usi. Ho verificato un’efficiente suddivisione dei percorsi tra area Covid e accesso agli altri servizi. Il problema è un altro. Mi risulta che a Sant’Elpidio a Mare, come anche alla Rsa di Campofilone, arrivino tantissimi pazienti Covid delle altre aree vaste delle Marche. Mi sta bene aiutare tutti, ma che sia l’Area vasta 4, la più piccola, l’unica con un solo ospedale, a doversi far carico pure dei malati degli altri, che hanno ben più strutture a disposizione, mi sembra illogico“.

Da qui l’appello a tutte le istituzioni a mobilitarsi, con un invito particolare al prefetto Vincenza Filippi. “Penso al prefetto Filippi perché si è dimostrata in questi anni una figura di straordinaria autorevolezza, è sempre stata presente ed attenta alle criticità del territorio ed ha saputo fare da collante tra tutti i Comuni – continua il sindaco di Sant’Elpidio a Mare – Per questo chiedo anche a lei di far sentire la voce della nostra provincia. La stessa cosa chiedo ai parlamentari del Fermano che fanno parte della maggioranza di Governo, ai consiglieri regionali espressi da questa provincia, in particolare a quelli di maggioranza. Chi difende il nostro territorio? Vedo poca mobilitazione di fronte a problemi che invece sono serissimi. Resto sempre dell’idea, più volte ribadita, che se a suo tempo avessimo investito nei presidi esistenti, anziché spendere ingenti risorse e destinare importanti offerte dei privati per il Covid Hospital di Civitanova, oggi avremmo una gestione migliore”.

Terrenzi sottolinea, oltre al Covid, la medicina territoriale. “In molte zone della provincia abbiamo una seria carenza di medici di base ed andrà sempre peggio nei prossimi mesi, perchè diversi sono prossimi alla pensione. Mi pare che non ci si renda conto del problema, invece è ora di affrontarlo con la massima urgenza”.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti