facebook twitter rss

Fermana, contro il
Vicenza serve un’impresa

SERIE C - Terminata la lunga sosta, gli undici di mister Antonioli tornano al "Recchioni" dopo cinque settimane. Numeri e pronostico sono tutti contro i gialloblù nel match casalingo al cospetto della capolista, che si presenta da rullo compressore. I canarini sono imbattuti nelle ultime quattro gare, ma non vincono in casa da agosto
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Bartolomei

FERMO – Il campionato di serie C riaccende i motori dopo un mese di sosta (dovuto anche al rinvio della partita a Ravenna) e la squadra canarina torna a giocare al “Recchioni” una gara ufficiale dopo ben cinque settimane dal pareggio contro l’Arzignano, e domani arriva un’altra squadra vicentina.

Per la 2° del girone di ritorno a Fermo scende la capolista Vicenza (fischio d’inizio ore 17.30) e già solo i numeri fanno paura. I biancorossi provengono da sei vittorie consecutive, hanno siglato il doppio del gol della Fermana e subiti solo un terzo, hanno la difesa meno perforata dalla serie A a tutta la C.

Per non parlare dei massicci investimenti operati dal patron Renzo Rosso e di un passato del Lanerossi che vede una sessantina di stagioni tra serie A e B, la conquista di una Coppa Italia, una semifinale di Coppa delle Coppe e due secondi posti in serie A.

I gialloblù, dopo un inizio di girone di andata difficoltoso, nelle ultime quattro partite sono imbattuti, hanno conquistato 8 punti, subendo solo due gol, ma tre avversarie erano tutte alla loro portata, formazioni di bassa classifica come Gubbio, Arzignano e Fano. La graduatoria è migliorata, la squadra canarina adesso è a una decina di punti di distanza dalla zona pericolosa, ma è attesa da ben sei partite con avversarie di alta classifica (dopo Vicenza: Feralpi, Piacenza, Samb, Sudtirol e Padova) e non sarà facile dare continuità al momento positivo.

Domani contro la capolista servirà una prestazione superlativa per strappare almeno un punto: il Vicenza in questo campionato fuori casa ha conquistato sempre bottino pieno, tranne che a Modena, Carpi (pari) e Piacenza (unica sconfitta esterna).

La Fermana invece tra le proprie mura in questa annata ha vinto solo alla prima di campionato, poi quattro pari e ben cinque sconfitte. Una prima metà di stagione deludente, costellata anche da altri record negativi come quello dei cartellini e degli infortuni di tutti i tipi. Insomma due squadre agli antipodi, ma la risposta del campo a volte sorprende.

 

CALCIOMERCATO: EVITARE GRANDI ASPETTATIVE

La sessione invernale di calciomercato è aperta e lo sarà fino al termine del mese, ma per vedere altri arrivi dopo quello di Ginestra (domani per lui esordio stagionale in casa dopo la prima a Gubbio) i direttori Conti e Andreatini dovranno prima cedere.

In ogni caso da quanto si sa, non c’è da crearsi grandi aspettative, sia perché giocatori di fascia alta non vengono a Fermo, sia perché la società gialloblù per scelta societaria e necessità adotta la politica di massima sostenibilità finanziaria che di conseguenza mette a disposizione dei direttori un budget molto ristretto (uno dei più limitati della Lega Pro) con cui è difficile operare sul mercato, costringendoli a ricorrere ai prestiti o ai giovani.

In merito a questo profilo, anche la Fermana FC aderisce alla protesta della Lega Pro che chiede a Governo e Legislatore la defiscalizzazione e altri provvedimenti volti a migliorare la situazione finanziaria delle società di serie C, categoria che oggi è la “cenerentola” del calcio professionistico: basti dire che la tassazione sui contratti dei tesserati si aggira intorno al 50%.

 

LE PAROLE DI MISTER ANTONIOLI

– Mister, quali le sensazioni della vigilia di un big match come Fermana-Vicenza?

Sensazioni positive nel senso che abbiamo lavorato bene, i ragazzi si sono presentati alla ripresa dimostrando di essere pronti, con voglia e anche seguendo i programmi che hanno avuto nel corso delle vacanze; è vero che ci mancherà qualcuno ma scendiamo in campo con motivazioni e voglia contro la squadra che al momento ha dimostrato senza dubbio di essere la più forte del campionato“.

 

Mauro Antonioli

– Affrontiamo la difesa migliore dei campionati prof: un dato che impressiona?

Dato che balza all’occhio ma se vuoi vincere serve una difesa solida e concedere molto poco agli avversari, questo è inevitabile. Ma il Vicenza non è solo questo anzi: un centrocampo solido e un attacco molto importante; sono completi sotto ogni punto di vista con due elementi per ruolo. Ci vorrà la miglior Fermana possibile e magari un Vicenza non nella sua miglior giornata. Noi di certo siamo pronti a fare la nostra prestazione migliore e a mettere in campo il nostro entusiasmo e le nostre armi“.

 

– A livello fisico come stanno i ragazzi? Ci sono degli acciaccati?

Abbiamo recuperato Cognigni e dico che questa per noi è un’ottima notizia sapendo l’importanza che Luca ha per noi. Liguori mancherà perché è ancora in fase di recupero, Comotto è squalificato mentre nel penultimo allenamento ha avuto purtroppo un problema fisico Isacco e non sarà presente. In settimana ci sono stati un paio di influenzati come De Pascalis e Petrucci che hanno smaltito il tutto e sono regolarmente disponibili“.

 

 

I 22 CONVOCATI

PORTIERI
1 Mattia Palombo
22 Luca Gemello
36 Paolo Ginestra

 

DIFENSORI
3 Bachir Mane
6 Marco Manetta
14 Edoardo Scrosta
20 Donato De Pascalis
30 Nicolò Sperotto
35 Nicola Lancini

 

CENTROCAMPISTI
4 Gianluca Urbinati
11 Michael Venturi
15 Filippo Bellini
17 Ilario Iotti
25 Luca Ricciardi

 

ATTACCANTI
7 Alex Rolfini
8 Andrea Petrucci
10 Massimo D’Angelo
19 Hernan Molinari
23 Luca Cognigni
24 Antonio Bacio Terracino
28 Fabio Alagna
32 Tommy Maistrello

 

TERNA ARBITRALE

Con Mario Cascone di Nocera Inferiore la Fermana non ha mai vinto nei sei precedenti incroci. Il primo nel 2010/11 (in Eccellenza) a Tolentino (1-0 per i cremisi, gol di Melchiorri), poi gli altri tutti in D: 2014/15 Chieti-Fermana (0-0), 2015/16 Avezzano-Fermana (2-1), 2016/17 S. Nicolò-Fermana (0-0) e Campobasso-Fermana (0-0), infine due anni fa (2017/18) per la prima volta al “Recchioni” e in serie C: Fermana-Triestina (0-0). Assistenti Francesco Bruni di Brindisi e Paolo Laudato di Taranto.

 

CON IL VICENZA TRE SOLI PRECEDENTI,

UNO IN SERIE B E DUE IN C

Fino al 1999 Fermana e Vicenza avevano percorso due strade lontanissime tra loro, basti dire che nel 1910, cioè ben dieci anni prima che la Fermana nascesse, il Vicenza già contendeva lo scudetto dell’epoca alla Pro Vercelli. In mezzo 30 stagioni in serie A e una trentina di B per i veneti.

Nel 1999/00 il primo incrocio tra i due club, in serie B, a Fermo: dopo la segnatura canarina di Umberto Marino, i biancorossi vincono in rimonta 1-2 (con gol di Cristian Bucchi e Ottavio Palladini) in un Recchioni quasi al completo (poco più di 7000 spettatori, 126 milioni di incasso). Il Vicenza a termine stagione sale in A mentre la Fermana ritorna in C1.

Altri 17 campionati con le strade ben diverse tra le due società che due anni fa tornano ad incontrarsi in serie C, a Fermo termina 0-0 mentre un anno fa, sempre in C come quest’anno, la Fermana vince 2-0 con una bella doppietta di Massimo D’Angelo che poi in sala stampa si commuove.

 

ARTICOLI CORRELATI

Feralpisalò-Fermana: sfida anticipata al sabato

Curva Duomo: ”Basta con gli esperimenti sui tifosi”

Fermana, anche Edin Ajradinosky in rappresentativa

Fermana, anche Lorenzo Grassi in rappresentativa

Pasquale Tedone torna alla Pro Vercelli

Ilario Iotti tra il momento personale e della ”sua” Fermana

Massimo Andreatini e le chiavi del mercato della Fermana

Fermana, Matteo Del Rosso in rappresentativa U17

Con i migliori auspici di buon anno la cena sociale di Solo Fermana

Per la Fermana una sana sgambata contro la Berretti

Mister Mauro Antonioli: ”La Fermana ha ripreso il lavoro sul campo con il piglio giusto”

Alessio Nepi passa in prestito alla Jesina

Fermana di nuovo al lavoro, con buone notizie dall’infermeria

Ufficiale: Ravenna-Fermana non si disputerà nel week end

Fermana, a Gubbio una vittoria che mette in sicurezza la classifica


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X