facebook twitter rss

Nuovo centro anti-Covid,
al via i primi tamponi

PORTO SANT'ELPIDIO - Questa mattina la presentazione delle attività disponibili nella struttura che sarà operativa dal prossimo 24 novembre.
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Leonardo Nevischi

Dopo un periodo di lavori di allestimento di poco più di due settimane, martedì 24 novembre sarà ufficialmente operativo il nuovo Centro tamponi allestito nella palestra dell’Istituto Carlo Urbani di Via Legnano. Questa mattina è avvenuta la presentazione da parte delle autorità e dei medici, insieme al sindaco Nazareno Franchellucci. Un intervento importante, realizzato con grande tempismo visto il consistente aumento di contagi, febbri e raffreddori dovuto anche al cambio stagionale.

Sarà aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 11 e per accedervi ci sarà un unico ingresso, posto al parcheggio del Teatro delle Api in Via della Pace, e non vi sarà la possibilità di entrare dall’ingresso secondario del polo scolastico, in quanto vi è stata posta una porta blindata per separare le due aree. Una volta all’interno del centro tamponi ci saranno due tipologie di percorso: il primo legato all’area “privata”, dove verranno effettuati i tamponi da parte della Salus e della BioTre e al quale potranno accedervi tutti (sia sia i cittadini di Porto Sant’Elpidio sia i clienti abituali delle aziende private), il secondo invece sarà “pubblico” e sarà predisposto dalle farmacie comunali e dall’equipe territoriale (medici di base e pediatri).

«Ad oggi i tamponi rapidi a disposizione sono 20 per ciascun medico di base – illustra il primo cittadino Franchellucci – pertanto era necessario reperire altri tamponi ed il primo stanziamento legato all’acquisto di questi lo ha fatto il comune di Porto Sant’Elpidio mettendoci 8mila euro di bilancio comunale, che coincidono a 1500 tamponi che si andranno ad aggiungere a quelli già a disposizione dell’equipe territoriale. Posso già affermare che da qui a fine anno il comune stanzierà altri soldi perché questo percorso è esclusivamente riservato ai cittadini assistiti dai medici di base di Porto Sant’Elpidio. Il percorso pubblico si biforcherà in due strade: la prima è quella legata ai tamponi messi a disposizione dal comune e dalle farmacie comunali dedicati ai bambini da 0-6 anni e dagli over 65, mentre quella parte di tamponi rapidi messa a disposizione dei medici di base sarà gestita da loro stessi come riterranno più opportuno. L’aspetto fondamentale – sottolinea il sindaco elpidiense – è che sia chi usufruirà dei tamponi relativi alla parte pubblica sia chi beneficerà di quelli messi a disposizione dalla sanità, potrà farlo solamente a seguito di una precisa prescrizione del medico di base. Nessuno potrà entrare spontaneamente nel nuovo centro, bensì almeno 24 ore prima il medico di base dovrà segnalare i nominativi delle persone che dovranno effettuare i tamponi rapidi (gratuiti). Discorso diverso, invece, per la parte privata, dove per richiedere un tampone non sarà necessaria alcuna prescrizione medica».

Sarà dunque un servizio completo ed estremamente efficiente, perché dal momento che da un test rapido verrà riscontrata una positività, il paziente non dovrà attendere la prenotazione all’Asur del tampone molecolare bensì verrà effettuato immediatamente in maniera gratuita e verrà portato al laboratorio di patologia clinica di Fermo, con l’individuo positivo che inizierà sin da subito la quarantena. Inoltre il risultato del tampone verrà comunicato direttamente al medico di base attraverso l’Asur. «Nel caso in cui il tampone rapido di chi dovesse seguire il percorso privato risultasse positivo – specifica Giuseppe Cappella della BioTre -, il successivo tampone molecolare entrerebbe in esenzione e sarebbe anch’esso gratuito».

L’interno del centro tamponi sarà sanificato ogni giorno e tutti coloro che presenteranno una temperatura superiore ai 37,5° non entreranno: a tali individui il tampone sarà effettuato presso il parcheggio del Teatro delle Api in una zona appositamente allestita. L’ingresso degli accompagnatori sarà consentito esclusivamente per i pazienti minori, diversamente abili e non autosufficienti. Nei casi diversi dai precedenti gli accompagnatori dovranno attendere in auto o negli spazi esterni senza formare assembramenti.

Un centro molto ben organizzato, che oltre ad una buona parte di volontariato (Protezione Civile) si avvarrà anche della presenza in struttura di almeno un medico che si occuperà di processare i referti. «Al momento il 50% dei medici di base di Porto Sant’Elpidio ha aderito a questa iniziativa (13 su 26 complessivi) ed insieme a loro – specifica la dottoressa Loretta Carpiceci, coordinatrice dell’equipe territoriale di Porto Sant’Elpidio – vi saranno medici in pensione che rientrerebbero in servizio proprio per adoperarsi per la comunità e giovani medici neolaureati che hanno subito risposto positivamente».

Al momento solo per quanto riguarda la parte pubblica si potranno effettuare circa 60 tamponi al giorno, mentre per quanto riguarda il percorso privato molto dipenderà dall’affluenza. Sta di fatto che «ora la situazione è più stazionaria – confessa la dottoressa Mariangela Cosmo, coordinatrice della Salus -. Prima si era arrivati ad un picco di 200 tamponi al giorno, ora siamo sulla 40ina». Il costo del tampone rapido attraverso l’azienda privata sarà di euro 25.

«Il centro tamponi sarà operativo fino al 31 dicembre, ma questa data potrebbe essere soggetta a proroghe qualora l’andamento della pandemia non andasse a migliorare. Logicamente – chiosa Franchellucci – questa data è anche legata ad una possibile riapertura delle scuole: nel caso in cui il Polo Urbani dovesse riaprire decideremo se e dove spostare il centro tamponi. Sta di fatto che con questa tipologia di percorso i medici potranno effettuare una mappatura del paese ed avere una percentuale precisa, oltre a poter analizzare i luoghi di propagazione del virus».

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti