facebook twitter rss

Per il Fermo Basket un successo domestico a consolidare il secondo posto di classifica

SERIE D - Domati, all'interno della palestra Coni casalinga, i civitanovesi riconducibili agli 88ers, al suono della sirena battuti per 50-41. Un ottimo viatico per la prova di maturità attesa nel prossimo turno, quando ancora una volta tra le mura amiche, il quintetto di coach Marilungo se la vedrà al cospetto degli Amatori San Severino
Print Friendly, PDF & Email

 

La felicità della gara al termine del match

FERMO – Importante vittoria del Forno a Legna Frinconi alla palestra Coni di Fermo contro un ostico avversario, gli 88ers di Civitanova Marche. Due punti che consentono al Basket Fermo di rimanere nel gruppetto di testa delle tre squadre che stanno dominando il girone B del campionato marchigiano di serie D. Sesta vittoria consecutiva per la squadra di Marco Marilungo ad una giornata dal termine del girone di andata.

A rendere ancora più importante questa vittoria è stata la buona reazione della squadra all’assenza di Luigi Dania (dal campo ma non dagli spalti, sui quali non ha fatto mancare il sostegno alla sua squadra), che fino a ieri è stato il punto di forza del gruppo. Una reazione che è avvenuta in un contesto non ottimale: l’88ers non è certo una squadra facile da affrontare, con una organizzazione difensiva che ha variato spesso tra la zona e la marcatura a uomo lasciando poche certezze ai padroni di casa, imponendo anche con esperienza il proprio ritmo di gioco senza subire quello degli avversari.

IL TABELLINO

FORNO A LEGNA FRINCONI BASKET FERMO 50: Poggi 4, Mezzabotta, Pasqualini 8, Ferreyra 10, Zampacavallo, Bongelli 3, Quondamatteo 7, Sandroni n.e., Pedicone, Ballo, Ndour 18, Pelacani (cap.) n.e. All. Marilungo

88ERS CIVITANOVA MARCHE 41: Olivieri 5, Malaspina, Accardi, Pagliariccio 7, Primitivo 10, Gismondi 3, Tappatà (cap.) 7, Barbieri 5, De Santis, Antinori 4. All. Ripa

ARBITRI: Niccolò Flocco di Ancona e Alessandro Di Lello di Chiaravalle (AN)

PARZIALI: 18-12, 11-13, 9-9, 12-7

PROGRESSIVI: 18-12, 29-25, 38-34, 50-41

NOTE: Tiri da tre: Fermo 6, Civitanova 4, Tiri liberi: Fermo 6 su 12 (50%), Civitanova 3 su 6 (50%), Falli: Fermo 14, Civitanova 15 con antisportivo a Tappatà

Una fase della partita in esame

LA CRONACA

Nonostante tutto ciò, la reazione dei fermani è stata davvero positiva. A cominciare dalla difesa sempre concentrata e attenta a chiudere ogni spazio, che ha concesso davvero poco agli avversari. Spicca su tutti la performance di individuale di Libasse Ndour, vero baluardo difensivo, miglior realizzatore dell’incontro con 18 punti e il tutto con zero falli a referto. Ottima anche la prestazione di Giancarlo Pasqualini che con due “bombe” e otto punti totali proiettano il classe 2004 in un interessante e prolifico cammino di crescita notevole, inoltre la lotta difensiva che lo ha visto protagonista contro il quasi coetaneo Alessandro Barbieri. Anche Juan Marcelo Ferreyra, nonostante una condizione fisica non ottimale, ha dimostrato non solo di essersi ben inserito nel gruppo squadra ma di esserne una delle colonne portanti. Infine bisogna anche sottolineare finalmente il positivo ritorno in campo, dopo una lunga pausa per infortunio, di Davide Mezzabotta.

Bene così, quindi, e pronti ad affrontare la prossima partita, seconda di una serie di tre partite di fila che, una fortunata coincidenza di calendario, ha voluto tutte in casa del Basket Fermo. A solcare il parquet dalla palestra Coni saranno gli Amatori Basket di San Severino Marche, che arriveranno a Fermo con un biglietto da visita per nulla confortante: una vittoria con trenta punti di vantaggio su Matelica.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti