facebook twitter rss

Fermo e Pesaro: i conservatori delle Marche insieme per un concerto evento
(video intervista)

Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Un concerto evento da non perdere, quello in programma domenica 27 novembre, alle ore 18, al Teatro dell’Aquila di Fermo ed il giorno prima a Pesaro, che vede riunite, per la prima volta in assoluto, le due orchestre dei conservatori delle Marche. Ad illustrare le caratteristiche di questo progetto è il direttore del conservatorio Pergolesi di Fermo Massimo Mazzoni. L’università della musica, nonostante le difficoltà provocate dal sisma ad alcune aule, ha sempre proseguito il suo lavoro. Lezioni che sono andate avanti in modo regolare dimostrando ancora una volta l’efficienza del personale docente e della macchina organizzativa guidata dal direttore Mazzoni e dal presidente Carlo Verducci.

“E’ la prima volta che i due conservatori della Regione Marche collaborano insieme per l’evento di Santa Cecilia – ha spiegato il direttore Massimo Mazzoni –  Le due orchestre si fondono e avranno la direzione di uno dei più importanti direttori a livello nazionale ed internazionale, il Maestro Donato Renzetti,  che ha dato la sua disponibilità perchè affascinato dall’esperienza di questi giovani che si mettono insieme, accanto ai docenti, per realizzare questo grande evento”. Un programma di grande interesse con la ‘Sinfonia del nuovo mondo’ Dvorak e l’Overture dei Maestri Cantori di Wagner.

intervista-mazzoni

I due concerti si svolgeranno sabato 26 novembre all’auditorium Pedrotti del conservatorio di Pesaro  e domenica 27 alle ore 18 al teatro dell’Aquila di Fermo. “Una produzione di grande interesse, sia dal punto di vista dell’impegno che da quello logistico.  Studenti e docenti del conservatorio di Fermo – ha spiegato Mazzoni – hanno a disposizione un autobus che giornalmente li accompagna a Pesaro per le prove.  Invitiamo tutto il Fermano ad essere presente a questo converto ad ingresso libero. Chi volesse può prenotare dei posti attraverso l’ufficio protocollo del conservatorio”.

Abbiamo chiesto al direttore com’è nata l’idea di questa unione musicale: “Lo scorso anno invitai al concerto inaugurale dell’anno accademico il direttore del conservatorio di Pesaro, il Maestro Ludovico Bramanti, che ascoltò il nostro concerto e rimase favorevolmente impressionato dal livello della nostra orchestra. Da qui l’idea di collaborare, mettere insieme le forze. Questo significa per gli studenti un momento importantissimo dal punto di vista didattico per potersi confrontare con altri coetanei musicisti. Sicuramente sarà un’esperienza positiva anche dal punto di vista artistico. Abbiamo messo insieme i migliori allievi, con il Maestro Renzetti che saprà tirare fuori il massimo da questi ragazzi”.intervista-mazzoni-2

Per il Conservatorio di Fermo non si tratta dell’unico concerto evento. Il 12 dicembre infatti i giovanissimi studenti dell’Orchestra Junior, composta da strumentisti ad arco dai 13 ai 18 anni e diretti dal Maestro Donato Reggi, saranno a Roma per un concerto al Pio Sodalizio del Piceni in occasione della chiusura dell’anno Giubilare dopo la messa tenuta dal cardinale Comastri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X