facebook twitter rss

La tripletta di Cuccù stende la
Sangio nel derby rivierasco

sabato 4 marzo 2017 - Ore 19:24
Print Friendly, PDF & Email

Le squadre in campo al calcio d’inizio

PORTO SANT’ELPIDIO – Un pomeriggio da incorniciare per gli uomini di Stefano Cuccù, che segnano tre reti, fanno divertire e lasciano la propria porta inviolata. Al contrario, la Nuova Sangiorgese dovrà dimenticare in fretta il match di oggi, leccarsi le ferite e rimettersi in sesto per continuare ad inseguire i playoff. I neroazzurri risentono dell’assenza di Gabaldi e combinano poco niente. I biancoazzurri ritrovano, invece, un Cuccù al top. Per l’attaccante rivierasco, quella giunta oggi al 5′ del secondo tempo, si tratta della quinta marcatura nel giro di sette giorni fra campionato e coppa. Il fantasista elpidiense torna agli standard tradizionali  sfoderando una prestazione che vale da sola il prezzo del biglietto.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 3 (4-2-3-1): Lattanzi; Simoni, Marconi, Marcantoni, Stortini; Cozzi, Chiappini; Islami, Santacroce (33′ st Minnucci), Ramadori (19′ st Marozzi); Cuccù (19′ st Cingolani). A disposizione: Genga, Cannoni, Belleggia, Cirella. All. Stefano Cuccù

NUOVA SANGIORGESE 0 (4-3-1-2): Canaletti; Orsini, Perticarini, Tidei, Marcatili; Iuvale, Bibini, Trobbiani; Ricci (1′ st Mauro); Carlini (33′ st Beretti), Santagata (7′ st Paniconi). A disposizione: Screpanti, Savelli, Verdecchia, Cestarelli. All. Marco Pennacchietti

RETI: 34′ pt Cuccù, 3′ st Cuccù, 5′ st Cuccù

ARBITRO: Ilaria Lerici di Pesaro, Zef Preci di Macerata, Riccardo Persichini di Macerata

NOTE: Ammoniti Tidei, Perticarini, al 42′ st viene allontanato dal campo Pennacchietti per proteste; corner 4 – 1; recupero 1′ + 4′

LA CRONACA

Al Ferranti i padroni di casa si schierano con l’ormai consueto 4-2-3-1 con Ramadori, Santacroce ed Islami alle spalle di Riccardo Cuccù, quest’ultimo ad agire da falso nove. Gli ospiti rispondono con un 4-3-1-2 schierando Ricci a supporto di Santagata e Carlini. I neroazzurri vogliono i tre punti per alimentare il sogno playoff e per mettere pressione al Trodica e al Chiesanuova impegnate domani rispettivamente contro Potenza Picena e Monturano Campiglione. Agli elpidiensi, dopo lo stop in Coppa Italia nel match d’andata col Chiesanuova, serve proseguire l’ottimo cammino che fino ad ora li ha portati ad essere al comando del girone B di Promozione. Dopo una fase di stallo in cui le due squadre preferiscono studiarsi, a partire meglio sono i padroni di casa che salgono in cattedra con Chiappini e Cozzi ed esercitano una buonissima circolazione di palla, massimo due tocchi e molto movimento anche senza palla, a testimonianza dell’ottima condizione atletica dei biancoazzurri. Le prime due vere palle gol capitano prima sui piedi poi sulla testa di Cuccù, ma in entrambi i casi il pallone esce al lato. Questo però è solo il preludio al gol del vantaggio, che arriva al 34′, quando il solito Cuccù trasforma un calcio di punizione al limite, che lui stesso si era guadagnato. Pennellata che scavalca la barriera e si piazza sotto l’incrocio, sulla quale l’ex Canaletti può fare poco. Per gli amanti delle curiosità, c’è da segnalare che Cuccù, poco prima della battuta della punizione, si è fatto consegnare dalla panchina un pallone che lo stesso attaccante aveva depositato lì alla fine del riscaldamento pre gara. Gesto che indica che l’attaccante calzaturiero presagiva già il gol da quella mattonella.

Nella ripresa non c’è tempo per un’eventuale reazione ospite che subito il Porto Sant’Elpidio si riaffaccia prepotentemente nell’area neroazzurra. Ramadori, con uno splendido filtrante, serve Cuccù lungo il corridoio centrale e l’attaccante elpidiense batte Canaletti con un destro ad incrociare. Passano due minuti e la Nuova Sangiorgese si suicida. In fase di disimpegno, Canaletti e Perticarini dialogano senza accorgersi dell’arrivo di Cuccù che ci mette il piede e insacca. Sul risultato di 3 a 0 il match diventa una formalità, con i padroni di casa che gestiscono minutaggio e possesso palla facendo melina e con i nerazzurri che rimangono rassegnati e inermi difronte al parziale netto. I ragazzi di Pennacchietti risentono troppo dell’assenza di Gabaldi e sembrando irriconoscibili. E pensare che che nelle prime 21 gare aveva perso solo una volta lontano dal Comunale, quest’oggi la Nuova Sangiorgese soccombe invece senza mai impensierire Lattanzi. Tuttavia non c’è tempo per leccarsi le ferite, per i rivieraschi di sponda Porto San Giorgio è già tempo di ricaricare le pile in vista della stracittadina contro la Futura 96 della settimana prossima. Il Porto Sant’Elpidio vince il suo secondo derby in sette giorni e mette un’ipoteca sulla vittoria del campionato.

Leonardo Nevischi

 

Fotogallery

L’esultanza al primo gol su punizione

Il momento della sostituzione del match winner Cuccù

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X