facebook twitter rss

Legambiente, blitz in piazza Garibaldi: “Salvate gli alberi presenti”

PORTO SANT'ELPIDIO - Una manifestazione pacifica, nella quale si è andati a richiedere la salvaguardia degli alberi presenti oggi in un’area della stessa piazza
venerdì 24 marzo 2017 - Ore 15:48
Print Friendly, PDF & Email

 

di Maikol Di Stefano

Un vero e proprio “blitz” quello fatto stamane dai volontari di Legambiente in piazza Garibaldi pochi minuti prima dell’apertura della nuova parallela Marinai d’Italia. Una manifestazione pacifica, nella quale si è andati a richiedere la salvaguardia degli alberi presenti oggi in un’area della stessa piazza.

“La primavera è la stagione della rinascita, della rifioritura e del rispetto per il mondo del verde, un lavoro opposto a quello dell’amministrazione comunale. Oggi siamo qui proprio affinché si possa accendere un riflettore, visto che i lavori sono alle porte, sul futuro di queste piante – spiegano i volontari – Ogni albero racconta una storia, quella che abbiamo legato loro sopra, dove alla fine chiedono semplicemente di poter continuare la loro esistenza così come l’hanno avuta fin ora”. Presenti in piazza insieme ai volontari dell’associazione alla tutela del verde e dell’ambiente, anche alcuni cittadini che hanno voluto sposare la causa.

Il progetto presentato da quest’amministrazione comunale, riguardante piazza Garibaldi, prevede lo sradicamento e lo spostamento delle piante – spiegano ancora i volontari – Alberi che andrebbero reinseriti o qui in questo stesso spazio, ma solo dopo aver creato a terra un’area verde a raso o spostati in nuovo punto come quello del sedime dell’ex comune. Quello che teniamo a far capire noi però è che tali pianti, anche secondo la sovraintendenza non disturbano, tantomeno rovinano la percezione visiva del nuovo cineteatro una volta restaurato. Quindi non capiamo l’utilità di tale intervento”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



6 commenti

  1. 1
    Roberto Lattanzi via Facebook il 24 marzo 2017 alle 16:48

    speriamo cari amici

  2. 2

    Ma… Non si potrebbe fare di più? Le proteste di poche persone, non saranno certamente ascoltate.

  3. 3

    Ma Lega Ambiente non è quella che non fece demolire la cattedrale ! E ancora dopo decenni di soldi buttati ancora PARLANO?

  4. 4

    Ma come ve ne va!!!!

  5. 5
    Enzo Cini via Facebook il 25 marzo 2017 alle 4:48

    Come la cattedrale, sono passati tanti anni e tanto danaro ma quello schifo è ancora lì.

  6. 6

    Enzo Cini Dappertutto i segni dell’archeologia industriale sono considerati un bene storico. Oppure preferisci 30.000 metriquadrati di costruito?

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X