facebook twitter rss

Fermana, mister Destro e
Stefano Mandorino carichi e positivi
in vista della Vis Pesaro

SERIE D - Dal campo di Capodarcoo le dichiarazioni post Campobasso del tecnico e del centrocampista al suo rientro dopo due anni di stop. Il tutto in vista del derby in programma domenica contro i biancorossi
mercoledì 29 marzo 2017 - Ore 18:52
Print Friendly, PDF & Email

Stefano Mandorino, centrocampista gialloblù

FERMO – Trascorsi alcuni giorni dalla trasferta molisana, dove la Fermana ha chiuso sullo 0 a 0 il match al cospetto del Campobasso, l’allenatore canarino Flavio Destro conferma la positiva visione del pareggio ottenuto: “Per una settimana difficile come quella scorsa direi che il punto non sia da sottovalutare. Alle defezioni impreviste di giocatori che altrimenti avrei potuto schierare si è aggiunto l’infortunio al polpaccio di Edoardo Ferrante occorso venerdì”. Subito tranquillizza però sul recupero del difensore abruzzese, che è rientrato regolarmente ad allenarsi per rendersi disponibile in vista del derby contro la Vis Pesaro.

Pee spiegare, e non per giustificare, la mancata vittoria di domenica contro i rossoblù, rimarca quanto detto già in sala stampa del Nuovo Stadio Romagnoli: “Il campo impervio e pieno di zolle ha compromesso la nostra prestazione acuendo la stanchezza di giocatori esperti come Comotto e Margarita, che nel secondo tempo sono stati  colpiti da crampi. Inoltre devo sottolineare il meritato rientro in campo di Mandorino dopo due anni di inattività e quello di Misin dopo una brutta polmonite”. Come sempre, senza fare pronostici sull’avversario imminente così si esprime: “Con la Vis Pesaro sarà un bel test: gioca un buon calcio e lo conferma la posizione di terza in classifica. Per questo invito i miei ragazzi a stare sereni e concentrati sull’obiettivo che è ancora tutto da raggiungere”.

Flavio Destro al Postacchini di Capodarco durante l’allenamento

Stefano Mandorino conferma con un sorriso le belle parole di ringraziamento spese già nei social network verso chi gli ha dato piena fiducia (leggi il nostro articolo nel merito): “Per me è stato un onore ritornare sul campo e soprattutto con questa maglia, in quanto sia i miei compagni che l’intera società mi ha sempre considerato parte integrante del gruppo, senza farmi pesare il mio lungo e forzato stop”. Cita Walter Costi per aver capito il problema al ginocchio, di natura bio-meccanica piuttosto che prettamente ortopedica, ed aver conseguentemente usato tutti i mezzi per permettergli di sostenere una partita così importante. Segue ringraziando i suoi colleghi, il ds Fabio Massimo Conti ed il mister per avergli dato questa grande possibilità. “La nostra forza è nella compattezza e nello spirito di sacrificio: se rimaniamo uniti come ora, sentiremo meno la fatica di questo impegnativo rush finale”.

Silvia Remoli

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X