facebook twitter rss

Bartender, quando il cocktail acrobatico
può diventare un lavoro:
spunta il progetto con l’Alberghiero

PORTO SANT'ELPIDIO - Il presidente di Areabartender, Alvaro Pagnanelli: "L'8 maggio faremo una presentazione all'istituto alberghiero con cui c'è un progetto in piedi. Domani gara a Frosinone e poi a settembre in Croazia per una competizione internazionale"
domenica 23 aprile 2017 - Ore 10:06
Print Friendly, PDF & Email

“Sì, è vero, stiamo lavorando a un progetto con l’Alberghiero. E ruota intorno al nostro sogno di formare una squadra, all’interno dell’istituto, di barman, bartender e barman acrobatici. Tutto per riunirli sotto un unico tetto nel post-diploma”. Alvaro Pagnanelli,  presidente di Areabartender, conferma alcune indiscrezioni sul progetto che la sua associazione ha insieme all’Alberghiero di Porto Sant’Elpidio. Il prossimo 8 maggio l’associazione che da un anno circa ha aperto la sua sede in via Romagna, proprio a Porto Sant’Elpidio, sarà all’Alberghiero per una presentazione di quello che viene insegnato nell’associazione. Pagnanelli e il suo vice Daniele Spaccapaniccia e Luca Grifi, specializzati nel bartendig flair, quello stile che tanti avventori incanta da dietro a un bancone con acrobazione che spesso sembrano andare contro i principi della fisica, si troveranno davanti i ragazzi delle terze, delle quarte e delle quinte.

Alvaro Pagnanelli

“I primi – spiega il presidente – per la scelta di indirizzo professionali, i secondi per l’intermedia e il terzi perché sono in uscita. Effettueremo delle dimostrazioni sulle tecniche di bartending, insomma quello che insegniamo nei corsi”. Insomma è presto detto: quella che è una passione diventa un lavoro. E questo messaggio Pagnanelli & co. vogliono far arrivare ai giovani studenti. Un lavoro, sì, fatto di impegno e sudore, ma anche di grandi soddisfazioni che arriva ad essere anche una disciplina sportiva. Areabartender, infatti, oltre al lavoro e all’insegnamento, è impegnata continuamente in concorsi e gare su scala nazionale e internazionale. La prossima? A Frosinone proprio domani. Pagnanelli per la prima volta non parteciperà alla gara ma sarà in competizione come coach di un membro dell’associazione: “Sì ma non smetto ovviamente di gareggiare – puntualizza il presidente – sono e resto nel circuito gare. A settembre, infatti, siamo impegnati in squadra in una competizione internazionale in Croazia di flair bartender. Da un mese siamo stati stati accreditati dalla Federazione Baristi Italiani, siamo l’unica scuola accreditata nelle Marche nel bartender flair. E i prossimi corsi di barman inizieranno il 2 maggio, nella nostra sede in via Romagna, a Porto Sant’Elpidio”. Un passo indietro. Pagnanelli nel suo curriculum vanta la partecipazione a 160 competizioni e 25 paesi visitati. Spiccano i campionati del mondo del 2014: “Abbiamo pensato di creare quest’associazione per insegnare quella che io chiamo un’arte. Dico la verità, sono rimasto ammaliato da cosa succedeva nel film Cocktail con Tom Cruise. E da lì ho deciso di partire, di mettermi in moto”. E così si arriva all’associazione che oggi conta circa 40 associati. “Il nostro obiettivo è radunare quanti più professionisti possibile che praticano questa disciplina. La nostra formazione è fatta anche di allenamenti mirati per ogni allievo. Si può anche partire da zero, ovviamente. Anzi, dirò, in molti casi è quasi meglio. E si, tutto questo può diventare anche un lavoro. Per questo motivo ci rivolgiamo ai ragazzi dell’Alberghiero. Chi vuole può contattarci su areabartender@gmail.com o sulla nostra pagina Facebook”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X