facebook twitter rss

Sammaurese – Fermana,
sala stampa con i due tecnici

I PROTAGONISTI - Flavio Destro per la prima volta storce il naso sulla conduzione arbitrale. Stefano Protti, grazie alla vittoria odierna, può continuare il sogno playoff e si complimenta con la calda tifoseria canarina e per i bei ricordi che gli evoca
domenica 23 aprile 2017 - Ore 21:37
Print Friendly, PDF & Email

Mister Flavio Destro nella sala stampa a San Mauro Pascoli

SAN MAURO PASCOLI (FC) – Nella pancia del “Macrelli” sono le voci dei due allenatori a riecheggiare a fine match.

Flavio Destro ci tiene a precisare che la vittoria del campionato non ha mai legittimato né egli stesso e né i suoi giocatori a mettersi a riposo: “Elogio i miei ragazzi per come hanno giocato, anche dopo essere rimasti in dieci (per l’espulsione di Petrucci), continuando a dimostrarsi attivi e dinamici: è ovvio che la Sammaurese aveva una fortissima motivazione e pertanto non posso negarle il merito che le spetta per la reattività. Però questa partita non mi è piaciuta”.

E di ciò dà subito una precisa motivazione, in controtendenza con le sue pacate dichiarazioni passate: “Non mi espongo mai sull’arbitraggio e non giudico mai perché preferisco stare al mio posto e fare il mio mestiere, però oggi mi sento in diritto di dire che ci sono delle situazioni che non ho ben inquadrato. Mi riferisco al rigore concesso all’avversario, alla punizione sul secondo gol subìto, ai falli sistematicamente fischiati contro di noi, molti in particolari contro Ispas, insomma c’è qualcosa che non va: abbiamo vinto il campionato ma stiamo ancora giocando, nessuno pensi che siamo già andati in vacanza, pertanto meritiamo ancora rispetto”.

E’ la volta del tecnico romagnolo, nonché ex bomber canarino, Stefano Protti, che esordisce complimentandosi con la tifoseria ospite: “La Fermana non solo merita il titolo che ha conquistato, ma con essa anche il suo seguito, così organizzato e caloroso, che a mio parere è di una, anzi due, categorie superiore! Tra me e i tifosi fermani c’è un rapporto davvero unico e straordinario, che rimarrà saldo per tutta la vita”.

Parla poi dei suoi ragazzi e dell’obiettivo playoff: “I miei giocatori hanno un cuore grande: l’hanno dimostrato quando, sotto di due reti, hanno combattuto per i successivi 50 minuti come in una vera battaglia. Stiamo cercando di inseguire un sogno, ed è da un po’ che non dormo la notte per fare calcoli e valutare le probabilità che abbiamo di fare il salto: mancano due partite alla fine del campionato e quei sei punti ci servono tutti per continuare a sperare”.

Silvia Remoli

Stefano Protti, allenatore della Sammaurese ed indimenticato bomber canarino

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X