facebook twitter rss

Loira ufficializza la squadra:
‘Competenza e fiducia’
TUTTE LE DELEGHE (VIDEO)

PORTO SAN GIORGIO - La parole del sindaco Loira: "I criteri che mi sono dato nella scelta: competenza, rappresentatività, disponibilità al lavoro, fiducia personale. Assessori che saranno funzionali all' azione amministrativa".
Print Friendly, PDF & Email

 

di Sandro Renzi

Ecco la giunta Loira. Mancava l’ultimo step. Questa mattina in conferenza stampa fa il rieletto primo cittadino ha ufficializzato la sua squadra. Come anticipato ieri da Cronache Fermane (leggi l’articolo) due sono le conferme, si tratta di Valerio Vesprini e Francesco Tota Gramegna. Tre le new entry: Elisabetta Baldassarri, Giampiero Marcattili e Massimo Silvestrini. Fuori dai giochi gli ex assessori Catia Ciabattoni e Renato Bisonni. “I criteri che mi sono dato nella scelta: competenza, rappresentatività, disponibilità al lavoro, fiducia personale. Assessori che saranno funzionali all’ azione amministrativa”. Queste le prime parole del sindaco Loira. 

Si è passati poi alle deleghe. Nicola Loira terrà quella al bilancio e alla pesca. Francesco Gramegna confermato vice sindaco. A lui anche politiche sociali e della famiglia, giovanili, pubblica istruzione, mense e trasporti scolastici, personale. Elisabetta Baldassarri avrà cultura, turismo, servizi demografici e pari opportunità. A Massimo Silvestrini ambiente, demanio, urbanistica e edilizia. A Valerio Vesprini lavori pubblici, sport e viabilità. Infine Giampiero Marcattili avrà commercio, sicurezza, CED e politiche europee.

Accanto al primo cittadino ci sono anche loro, i cinque neoassessori, ed il segretario del Pd, Andrea Di Virgilio, in corsa fino a qualche giorno fa pe un posto in giunta. Non è casuale la sua presenza. E lo rimarca anche Loira. “Andrea è il segretario del partito più importante della coalizione e credo sarà il capogruppo in consiglio. Una grande risorsa per il Pd, che ha dimostrato sensibilità e maturità politica. Era una delle persone che meritava di entrare nell’esecutivo, ma è anche vero la giunta non è il posto dove si alza la bandiera di appartenenza, è invece il risultato di un ragionamento e di una serie di equilibri da custodire. Capisco che possa essere stata una delusione per lui, ma sarà il punto di riferimento in consiglio per tutta la maggioranza”.

Questa la motivazione che il sindaco ha dato per giustificare la sua esclusione dalla squadra. Loira che cercherà anche l’appoggio dei consiglieri ai quali potrebbe affidare un ruolo o addirittura qualche delega. “Penso alle politiche giovanili o alla delega alle partecipate” confessa ancora il sindaco che poi si rivolge ai suoi più stretti collaboratori. “Chiederò loro un impegno non solo all’interno della macchina comunale ma anche capillarmente all’interno della città”.

Caso Ciabattoni e Bisonni in primo piano. Nessun incarico per i due ex assessori. Loira è chiaro sul punto e lo liquida così. “Non ci sono esclusioni perché non ci sono diritti ad avere incarichi. Coloro che non fanno parte della giunta mantengono un ruolo politico importante e sono stati chiamati a rappresentare il popolo, mi rallegro invece per un consiglio comunale profondamente rinnovato che ci fa guardare con fiducia al futuro”. In effetti entrano nella civica assise ben quattro volto nuovi. Nessun problema neanche per la quota rosa. “La legge parla di un 40% da riservare alle donne –prosegue Loira- penso comunque di poter fare il percorso amministrativo così come impostato e gli interessi della città con questa squadra”.

Spende poi alcune parole per i cinque assessori, partendo dal vicensindaco. “Francesco è una persona che gode della mia fiducia e stima da qualche decennio e gli ho chiesto di entrare in politica perché pensavo che il suo impegno sul sociale potesse completarsi con un impegno politico”.

E’ poi la volta di Vesprini. “Valerio è una persona che offre una disponibilità totale al lavoro amministrativo ed ho visto che nei settori di cui si è occupato i risultati ci sono stati” commenta il sindaco. Di Silvestrini apprezza l’interesse che ha mostrato nei settori dell’urbanistica e dell’edilizia. “Temi per i quali l’ho avuto sempre come punto di riferimento anche sulle tematiche ambientali”.

Mette insieme Elisabetta Baldassarri e Giampiero Marcattili, entrambi classe 1970 come il sindaco. “Ad Elisabetta mi lega l’affetto e la passione politica, insieme abbiamo ricoperto ruoli assessorili in giunta, quanto a Giampiero, che conosco da decenni, mi preme sottolineare il confronto deciso e costante che ci ha accomunati, anche quando ci siamo trovati su sponde diverse. E proprio a Marcattili il primo cittadino chiede di avere un rapporto “molto stretto con il tessuto commerciale della città e le associazioni rappresentative”. Loira insomma sta inaugurando una nuova stagione nel segno della continuità. “Dopo di me ci sarà un futuro che parte già oggi con i nuovi ingressi in consiglio”.

Infine un accenno alla presidenza del consiglio. Un assist per Giuseppe Catalini. “Spetta ai consiglieri eleggerlo –precisa Loira- penso però che Catalini abbia svolto bene questo lavoro nei cinque anni passati ed abbia rappresentato bene l’istituzione. Sarei contento che il consiglio comunale individuasse ancora una volta nella sua persona il presidente”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti