facebook twitter rss

Tartaruga morta trovata al largo
dello chalet-ristorante Bounty

PORTO SAN GIORGIO - Scorta da un bagnante che stava nuotando, e che l'ha trascinata fino alla battigia, è stata raccolta dalla Guardia costiera e analizzata dai veterinari dell'Asur
Print Friendly, PDF & Email

Galleggiava, priva di vita, a circa venti metri al di là degli scogli. Questa mattina, Mauro G. un bagnante al mare allo chalet Bounty, mentre si faceva la sua solita nuotata, si è imbattuto in una tartaruga morta.

“Ero in acqua quando – racconta Mauro G., il bagnante che ha trovato la tartaruga – ho visto una strana forma tra le onde. All’inizio mi sembrava un tronco. Mi sono avvicinato e ho visto che era una tartaruga. Non si muoveva, purtroppo era morta. Così l’ho trascinata fin sulla riva e ho allertato la Capitaneria di porto. Purtroppo era morta, un grande dispiacere, ho molto rispetto per tutti gli animali”. Sul posto, così, sono immediatamente arrivati i militari del Circomare, guidati dal comandante Ciro Petrunelli, che a loro volta, dopo aver raccolto l’animale, con un  guscio di circa 28 centimetri di lunghezza e 18 di larghezza, hanno allertato il servizio veterinario dell’Asur. I medici dell’Asur hanno così analizzato la carcassa, nel frattempo trasferita al comando sangiorgese della Guardia costiera. E ora si attente il nulla osta delle autorità sanitarie per il suo smaltimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X