fbpx
facebook twitter rss

Ultima giornata di sirene
per il brigadiere capo:
Liberatore se ne va in pensione

FERMO - Il capitano Peluso: "Ha contribuito in maniera determinante a rendere più sicuro il territorio fermano con molteplici operazioni di servizio che hanno consentito sia l’arresto di soggetti pericolosi che il salvataggio di persone in pericolo di vita"
Print Friendly, PDF & Email

Il brigadiere capo Liberatore

Una vita in divisa. Dopo 37 anni di servizio , il brigadiere capo Gianfranco Liberatore, 55anni, abruzzese di nascita, capo-equipaggio dei carabinieri del Radiomobile di Fermo, lascia la caserma di via Beni per godersi la meritata pensione. “Arruolatosi nel 1980, dopo vari incarichi nei comandi delle Marche, nel 2008 arriva all’Aliquota Radiomobile di Fermo, in qualità di capo-equipaggio sulla ‘gazzella’ del pronto intervento, mostrando grande dedizione al servizio, incarnando in modo autentico – l’elogio del comandante della compagnia dei carabinieri di Fermo, il capitano Roland Peluso – lo spirito del carabiniere: un servizio condotto sempre con un occhio di riguardo alle persone più deboli e vittime di reati, con disponibilità ma allo stesso tempo con fermezza. Il brigadiere capo Liberatore ha contribuito in maniera determinante a rendere più sicuro il territorio fermano con molteplici operazioni di servizio che hanno consentito sia l’arresto di soggetti pericolosi che il salvataggio di persone in pericolo di vita”. E proprio il capitano Peluso lo ha salutato accendendo le sirene dell’autoradio sulla quale il Brigadiere ha svolto servizio in questi anni, e lo ha ringraziato a nome di tutti per l’impegno profuso a favore della sicurezza dei cittadini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X