facebook twitter rss

Donazione di organi al Murri,
Livini: «Grazie al gesto di un 79enne
chiudiamo un anno di solidarietà»

FERMO - Il direttore dell'Area vasta 4: "Nel 2018, nell'ambito dei prelievi multi-organo, abbiamo registrato 11 osservazioni e ben 8 prelievi. Un successo straordinario"
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Il 2018, per la sanità fermana, si conclude con un gesto di somma generosità. Nelle prime ore di oggi, infatti, grazie alla volontà donativa di un uomo di 79 anni che già nel 2000 aveva deciso che la sua morte poteva essere occasione di vita per qualcuno, è stato effettuato l’ennesimo prelievo multiorgano al nosocomio fermano.

“Infatti – spiega e conferma il direttore dell’Area vasta 4, Licio Livini – il 79enne aveva sottoscritto la volontà di donazione che ci era giunta insieme al certificato elettorale. In tal modo il fegato, i reni e le cornee hanno raggiunto riceventi che potranno riprendere a vivere o a migliorare la qualità della vita. Un profondo grazie a tutti gli operatori che hanno profuso impegno perché il miracolo si potesse compiere.
Un grazie agli operatori che si sono impegnati nel trasporto degli organi e alla polizia stradale che ha facilitato, facendo da staffetta i trasporto stesso. Il fegato sarà trapiantato ad Udine, i reni a Genova.
Nel 2018, nell’ambito dei prelievi multiorgano, abbiamo registrato 11 osservazioni e ben 8 prelievi. Un successo straordinario considerato che non abbiamo centro traumi, quasi uno al mese.
Ennesimo gesto si altruismo di un territorio particolarmente sensibile. Grazie a queste 11 persone, grazie a tutti i nostri operatori con in testa la Rianimazione diretta dalla dottoressa Susanna Cola e con il dottor Alberto Viozzi e la sua équipe”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti