facebook twitter rss

Aggressione sull’autobus:
dipendente della Steat
finisce all’ospedale

FERMO - Nel primo pomeriggio di ieri un dipendente dell'azienda di trasporto pubblico è finito all'ospedale dopo essere stato aggredito. Sul caso indagano i poliziotti della questura di Fermo. Al lavoro per identificare due giovani allontanatisi dopo l'aggressione
mercoledì 20 Marzo 2019 - Ore 12:03
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Episodio inquietante quello avvenuto nel primo pomeriggio di ieri, a Fermo, su un autobus di linea della Steat. Un controllore, infatti, è stato aggredito da due ragazzi ed è finito all’ospedale.

I poliziotti della questura di Fermo stanno indagando sulla vicenda per fare luce sull’aggressione subìta dal controllore che, per fortuna, non ha riportato gravi conseguenze dall’episodio di violenza. E, contestualmente, i poliziotti stanno lavorando per cercare di identificare i due ragazzi che si sarebbero resi protagonisti dell’increscioso episodio. Tutto sarebbe scaturito da un normale controllo della vidimazione dei biglietti per la ‘corsa’. Alla richiesta di visionare i biglietti dei due, da parte di un controllore, sarebbe scaturito un diverbio degenerato con l’aggressione a danno dell’autista. Che la sicurezza di autisti, controllori e personale occupato negli autobus della Steat sia un punto in cima alla lista delle priorità dell’azienda di trasporti emerge anche dalla recente comunicazione dell’azienda con cui si dava notizia dell’istallazione di telecamere di videosorveglianza, proprio per la tutela e la sicurezza del personale e dei passeggeri (leggi l’articolo). Già 25 telecamere sono state infatti istallate sugli autobus di linea.

“Si tratta, nel territorio fermano, di un primo importante contributo mirato – le dichiarazioni, nei giorni scorsi, della Steat sulle nuove telecamere – a garantire la sicurezza dell’utenza e del personale di bordo, nonché a prevenire episodi di microcriminalità e di vandalismo. Le telecamere, per l’utilizzo delle quali esiste un accordo con le rappresentanze sindacali, inquadrano gli spazi interni degli autobus, nel rispetto della privacy dei lavoratori e degli utenti: le modalità di trattamento dei dati sono comprese nella Informativa pubblicata sul sito www.steat.it.
E’ anche stata installata una videocamera orientata verso l’esterno, che permette di ricostruire le dinamiche in caso di sinistro stradale”. E chissà che un occhio elettronico possa contribuire a ricostruire l’accaduto ieri pomeriggio, a Fermo.

Sicurezza e lotta alla microcriminalità sugli autobus, la Steat istalla la videosorveglianza a bordo

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X