facebook twitter rss

Bilancio tutto al positivo
per il Gal Fermano, dai bandi
Pil all’attenzione al ‘cratere’

MONTE GIBERTO – La presidente Michela Borri: "Contare 90 domande allo scadere dei termini di adesione ai bandi è sintomo di un grande successo per il territorio fermano, prima ancora che per il Gal"
Print Friendly, PDF & Email

Michela Borri

“Bilancio tutto al positivo per il Gal Fermano, allo scadere dei termini di presentazione dei bandi Pil”

Una realtà che risponde in modo concreto al territorio, quella del Gal Fermano, che al 28 giugno, termine fissato per la scadenza di presentazione delle domande a valere sui 7 bandi in Pil, censisce grandi numeri sintomo di altissimo interesse da parte di privati, enti pubblici e associazioni a cui erano riservati”. Per il Gal Fermano è tempo di bilanci, e sorrisi.

“Nello specifico, al Gal Fermano sono state presentate 90 domande di adesione, di cui ben 42 da nascenti piccole e medie imprese. L’investimento complessivo per il territorio del Gal è superiore ai 5 milioni di euro sostenuto da un contributo da fondi europei superiore a 4,5 milioni. I sette bandi in Pil erano riservati a 33 Comuni della provincia di Fermo su programmazione a sostegno di specifici settori imprenditoriali e a sostegno degli spazi pubblici. Gli aderenti ai bandi, hanno stilato progetti nel pieno rispetto dei criteri stabiliti dal Gal Fermano, che nella programmazione dei Pil, ha lavorato per coniugare l’offerta di nuove forme di impiego e occupazione a sostegno della promozione dell’economia locale, all’innovazione come stimolo verso una rinnovata cultura del lavoro e del ‘fare impresa’.

Un’idea divenuta concreta che è stata percepita con profondo interesse, vista l’ampia partecipazione di chi ha aderito ai bandi tutti preposti all’avviamento di attività extra agricole. La sensibilità e l’azione concreta del Gal, non poteva certo dimenticare i 17 Comuni del cratere sismico, per i quali il Gruppo ha ottenuto riservati fondi collaterali per questi comuni in Pil”.

“Contare 90 domande allo scadere dei termini di adesione ai bandi – dice la presidente del Gal Fermano Michela Borri – è sintomo di un grande successo per il territorio fermano, prima ancora che per il Gal. Le 42 domande pervenute per l’avvio di piccole e medie imprese, tradotte in termini pratici, porteranno occupazione, nuovi stimoli a fare impresa e soprattutto farla con una nuova concezione basata sull’innovazione radicata nella territorialità. La nostra soddisfazione – prosegue – è tutta nella certezza di aver canalizzato bene l’impegno sul territorio attraverso azioni ed incontri informativi capillari, mirati e programmati. Il traguardo è quindi il risultato dell’impegno di tutto il team Gal che ha lavorato sul territorio stabilendo relazioni con i cittadini e con gli enti pubblici, nell’ottica della collaborazione e sinergia d’intenti, mirando allo sviluppo e alla crescita del territorio stesso e del patrimonio umano che lo abita. A breve si insedierà la commissione per la valutazione delle domande pervenute a cui seguirà l’avvio delle nuove attività. Il Gal Fermano intanto guarda avanti e sta già lavorando alla nuova programmazione dell’attività 2021/2027″.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X