facebook twitter rss

Marca in bus raddoppia: record di presenze per il progetto turistico di Marca Fermana
TUTTI I DATI

Il report della stagione 2019 incorona la scelta portata avanti da Marca Fermana. Dati che hanno fatto registrare una crescita esponenziale delle adesioni
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Si chiude con successo la seconda edizione di Marca in bus, il servizio di bus navetta che per tutta l’estate ha portato i turisti dal mare ai monti. Alla conferenza presente l’Assessore Regionale Fabrizio Cesetti, , Paolo Tappatà per Confartigianato, Daniele Gatti di Villaggi Marche, Sara Leoni per Confcommercio Marche Centrali, Sara Giorgi guida turistica, Ercole D’Ercoli in veste di consigliere di Marca Fermana. Un progetto e un successo che ha visto un grande e fattivo impegno anche da parte del personale di Marca Fermana, in primis Elisa Quagliarini e Michelangelo Goglia.

Il report della stagione 2019 incorona la scelta portata avanti da Marca Fermana. Dati che hanno fatto registrare una crescita esponenziale delle adesioni. Se nel mese di giugno, dunque ad inizio stagione, sono state 86 le adesioni alle due visite guidate in autobus, nel mese di luglio i numeri sono saliti a 498 passeggeri per un totale di 9 uscite. Agosto è stato il mese dei record con 628 persone che hanno usufruito del servizio Marca in Bus nelle 9 uscite programmate. Ottimi anche i dati di settembre che, cono solo due uscite, ha fatto registrare 154 presenze. Un totale di 1366 persone accompagnate alla scoperta dei comuni del fermano. Una crescita del 56%, ovvero con 649 visitatori in più, rispetto ai dati del 2018. 

“L’obiettivo del servizio è  stato quello di far conoscere i borghi dell’interno e anche per l’anno 2019 è stato dato spazio ai 17 comuni dell’area interna – spiega il presidente di Marca Fermana Stefano Pompozzi –  abbiamo ampliato il numero delle escursioni che da 18 sono arrivate a 22, partendo dall’ultima settimana di giugno alla seconda di settembre. Ciò ha permesso di migliorare la qualità e i tempi della visita dei comuni e dare ampio spazio a tutte le loro peculiarità” .

Presidente Pompozzi che prosegue: “Rispetto alle sole quattro uscite in più rispetto all’anno scorso, le persone che hanno aderito all’iniziativa sono raddoppiate. Per essere esatti, la media dei viaggiatori per ogni trasferta è più che raddoppiata. Possiamo parlare di un’iniziativa esplosa rapidamente e che  concretizza tutte le caratteristiche e i buoni auspici di cui tanto si parla: la valorizzazione delle aree interne, lo spostamento dei turisti  dalla costa per far conoscere le nostre eccellenze, la valorizzazione dell’enogastronomia e del piccolo artigianato locale. Con Marca in Bus tutto questo è diventato realtà. Un progetto che cresce in maniera impressionante e l’auspicio è che prosegua con questo trend. Numeri alla mano possiamo dire che è stata una delle piccole grandi sorprese positive in  termini di accoglienza per il nostro territorio e nelle Marche”.

Poco meno di 1400 sono le persone che hanno partecipato alle escursioni, provenienti principalmente dall’Italia, e che hanno apprezzato le visite, le degustazioni e la presenza di una guida turistica abilitata.  “Il servizio Marca in Bus è un’attività accattivante – ha aggiunto Pompozzi –  che l’associazione vuole mettere a disposizione dei turisti e dare un servizio di accoglienza in più a tutto il territorio. Auspichiamo di riuscire a realizzare il servizio anche per il 2020 migliorandolo sempre di più.”

Interessanti anche i risultati dei questionari compilati dai visitatori che ha visto interessato il 98,19% di turisti italiani e 1,81% di stranieri. Alla domanda relativa al gradimento dell’escursione l’82,99% dei partecipanti ha dato il voto massimo, ovvero 5, il 13.15% ha dato un voto più che buono corrispondente al 4, il 3,36 per cento hanno dato voto 3 e solo lo 0,60 voto due. Nessun voto 1.

Discorso simile per i luoghi visitati che hanno ottenuto l’84,75 per cento dei massimi consensi. Molto apprezzata anche la presenza di una guida turistica che ha ottenuto il 92,43% dei massimi consensi. L’88,16% ripeterebbe senza dubbio l’esperienza dando a questa domanda il voto massimo ovvero il 5. 

Tra i partner dell’iniziativa: Regione Marche, Steat, Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, Confartigianato, Confcommercio, Villaggi Marche, Aiab Marche e CNA. Tutti hanno sostenuto l’iniziativa mettendo in campo tutta la loro professionalità.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti