fbpx
facebook twitter rss

Cenerentola Folk, apre la nuova rassegna di ‘Domenica a Teatro’

PORTO SAN GIORGIO - Lo spettacolo, com'è oramai tradizione della stagione sangiorgese, verrà anticipato dall'assegnazione di tre libri estratti a sorte tra tutti i presenti tramite consegna all'ingresso di un numero di riferimento.
Print Friendly, PDF & Email

Riparte l’appuntamento con la ‘Domenica a Teatro‘.Domenica 17 Novembre, alle ore 17, presso il Teatro Comunale di Porto San Giorgio, si aprirà la XXIII edizione, stagione di teatro per ragazzi e famiglie promossa dal Comune di Porto San Giorgio e da Proscenio Teatro Ragazzi, in scena la divertentissima rilettura di una delle favole più amate di tutti i tempi: Cenerentola, che nella versione della compagnia Teatro Invito di Lecco, diventa Cenerentola Folk.

Due sarti, utilizzando attrezzi del loro lavoro, quali: forbici, metri, stoffe raccontano con una comicità irresistibile le note vicende di Cenerentola alle prese con sorrellastre, matrigna e principe, per un’ora di teatro e di divertimento.

E’ possibile prenotare il biglietto allo 0734/440348 – 440361 dal lunedì al venerdì, ore 9\13,30, in altri orari al 335/5268147. Ingresso unico € 5,00, promozione per gruppi a partire dalle 10 persone (€ 4,00 cadauno). La biglietteria al Teatro Comunale sarà aperta a partire dalle ore 15,30.

Lo spettacolo, com’è oramai tradizione della stagione sangiorgese, verrà anticipato dall’assegnazione di tre libri estratti a sorte tra tutti i presenti tramite consegna all’ingresso di un numero di riferimento. Leggere è importante, anzi, fondamentale nello sviluppo e nella crescita di ciascuno di noi, attraverso questa iniziativa cerchiamo di dare il nostro piccolo contributo allo sviluppo e alla conoscenza del libro.

L’ingresso in sala sarà possibile dalle ore 16,30, l’inizio è fissato alle ore 17.Anche quest’anno lo slogan è “Portate i vostri figi a teatro, un giorno vi ringrazieranno”, a rimarcare l’importanza dello spettacolo dal vivo verso i più piccoli,
soggetti maggiormente esposti a confondere la realtà con la virtualità.

LA TRAMA

Chi realizzerà la scarpetta di Cenerentola? Chi confezionerà il vestito buono con cui andare al ballo? Un sarto e un ciabattino alle dipendenze della perfida matrigna sono indaffaratissimi: tutte le ragazze da marito del paese hanno commissionato loro del lavoro per la gran festa. Gli artigiani trovano però il tempo di consolare e aiutare quella povera sguattera, costretta dalla crudele signora Lucrezia ai lavori più umili. E’ solidarietà quella che sentono: non sono anche loro umili lavoratori? Se otto ore vi sembran poche provate voi a lavorar! Così, imbracciati ukulele e chitarra, alzano il loro canto per raccontare le gesta della loro eroina: Cenerentola, l’umile serva che diventerà regina. Sull’onda del successo del precedente Cappuccetto Blues, Teatro Invito si impegna ancora nella trasposizione di una fiaba classica in chiave di Teatro Canzone. I due lavoranti raccontano l’emancipazione di Cenerentola cadenzando lo svolgersi della trama con spassose canzoni originali, in stile popolare, e il rapporto tra i due attori gode della giusta dose di ironia scanzonata.

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X