facebook twitter rss

Gaetano Sirocchi riconfermato
presidente Csi provinciale

SPORT - Il Centro Sportivo Italiano di Fermo, nonostante le difficoltà del momento, non si ferma ed elegge il nuovo consiglio provinciale contraddistinto da un rinnovato organico rispettando la parità di genere
Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo Cconsiglio provinciale Csi Fermo, in copertina il presidente Sirocchi

di Tiziano Vesprini

 

FERMO – Le attività del Centro Sportivo Italiano del Fermano non vedono nessuno stop.

Il 27 gennaio scorso, in modalità riunione on-line, nel totale rispetto delle norme anti-Covid vigenti, il Csi di Fermo ha chiamato al voto le proprie società, i propri dirigenti ed i propri atleti.

Elezioni che hanno visto la riconferma a presidente il monterinaldese professor Gaetano Sirocchi con un Consiglio in buona parte rinnovato e ringiovanito così composto: Deborah Bufalini, Simona Cintio, Giovanni Cruciani, Fabrizio Fattori, Elisa Fioretti, Francesco Fioretti, Alessandro Pirro, Gianni Zappelli e il dottor Andrea Zeppilli come revisore dei conti.

L’ente fermano, conscio della propria stabilità politica, a cavallo di questo importantissimo passaggio associativo, non ha voluto togliersi nulla, ed ha portato avanti l’attività di ciclocross iniziata ad ottobre e terminata domenica scorsa, ospitando nel Fermano per la quarta volta, in 4 anni, un Campionato Nazionale di Ciclismo, l’ultimo dei quali quello di cross svoltosi a Sant’Elpidio a Mare edizione numero 2, domenica 31 gennaio 2021.

Un evento a carattere nazionale: dopo averne organizzato la prima nel 2020 e dopo averne organizzati ben altri due Su Strada nei due anni precedenti. Si è già svolto anche il primo consiglio provinciale, in cui i neo-eletti hanno accettato l’incarico ed il presidente Gaetano Sirocchi ha iniziato a dettare il cronoprogramma per le attività da svolgere nei prossimi giorni.

Si partirà con il rinnovo dei vari organi del comitato, commissioni tecniche sportive e di giustizia sportiva, sia per gli sport di squadra che per quelli individuali; la nomina dei responsabili dell’attività formativa e dell’attività giovanile, l’individuazione di referenti per attività di promozione di eventi socio-ludici-culturali e sportivi.

Il Csi di Fermo si incontrerà poi in toto, a brevissimo, in una giornata formativa – full immersion – da cui dovranno scaturire nuove idee e progetti da attuare fin da subito. Il filo conduttore sarà “svolgere attività all’aria aperta”, con il calendario 2021 del “ciclismo su strada” ormai pronto, solo da ratificare, in cantiere si ha il podismo, gare di campestre, attività equestre, pesca sportiva, centri estivi per ragazzi e attività motoria per la terza età.

Ovviamente non saranno lasciate indietro le classiche attività del Csi del Fermano quali calcio a5 e a7, pallavolo mista e pallacanestro. A tal riguardo un aiuto concreto alle numerose società del Csi di Fermo, recependo una direttiva dal Csi nazionale così che il Csi Fermo potrà investire sul proprio territorio riducendo i costi di affiliazione e di tesseramento.

Il presidente Gaetano Sirocchi, ad oggi, è fiducioso nell’operato e nelle decisioni che verranno intraprese dai vari Organi Istituzionali preposti, ponendosi come parole d’ordine “buon senso” e “responsabilità” e sempre ligio ai protocolli emanati, cercherà di fare il possibile per portare avanti le diverse attività di tipo “motorio-ludico-sportivo”. Dice e ripete continuamente il Sirocchi: “Lo sport amatoriale è un metodo per affrontare al meglio le vicende che in questo periodo stanno stravolgendo la nostra vita, ritengo che esso sia necessario, se non indispensabile, per la routine quotidiana: la socializzazione, accompagnata da buoni strumenti di prevenzione, è parte integrante di tutti noi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti