facebook twitter rss

Sul cammino della Videx
la temibile trasferta
contro Palmi

SERIE A3 - Domenica alle 18.00 grottesi di scena in Calabria, all'interno del PalaBonini, casa madre della Franco Tigani. Il commento alla sfida firmato Romagnoli
Print Friendly, PDF & Email

 

Un portentoso attacco di Romagnoli effettuato durante la gara contro Roma

GROTTAZZOLINA – Un’altra trasferta probante attende Vecchi e compagni, chiamati al confronto con la Pallavolo Franco Tigano Palmi nella nona giornata del girone di ritorno.

Nona come la posizione in classifica occupata dai calabresi, reduci, rigorosamente in ordine di calendario, da un inaspettato successo esterno su Pineto e dal ko al tiebreak, sempre in trasferta, ad opera di Modica.

Quattro punti in due partite contro avversari non esattamente morbidi per un biglietto da visita che costringerà inevitabilmente la Videx a tenere alta la guardia in un momento dove palloni e punti iniziano a pesare sempre di più. “Stiamo lavorando con estrema cura dei dettagli per farci trovare pronti alle ultime sfide che ci aspettano – ha dichiarato Giulio Romagnoli, ospite di Attacco a Due, ai microfoni di Riccardo Minnucci -. Domenica saremo chiamati ad una gara affatto semplice perché Palmi già all’andata si è dimostrato un avversario complicato da affrontare. Inoltre è cresciuto parecchio rispetto all’ultima volta perciò bisognerà tenere alta la tensione ed evitare distrazioni che potrebbero costarci care”.

Domenica (ore 18) al PalaBonini di Cinquefrondi la Videx scenderà in campo conoscendo già il risultato delle dirette concorrenti. Galatina farà a visita ad Aversa, Tuscania sarà impegnata nel derby con Roma mentre Pineto riceverà Modica: tutte rigorosamente in campo sabato sera alle 20.30. Difficile stabilire se sarà un vantaggio o motivo di pressione. Certo è che il motto, come già ribadito in più occasioni durante la stagione, sarà inevitabilmente lo stesso: guardare in casa propria e concentrarsi sul proprio percorso.

Un percorso che è stato oggetto di analisi da parte del centrale classe ’98 agli ordini di coach Massimiliano Ortenzi: “Sono soddisfatto del mio personale cammino fino ad oggi anche se la strada è lunga e devo lavorare ancora tanto. Dal punto di vista del gruppo, rispetto a inizio stagione, abbiamo conseguito progressi importanti sotto il profilo dell’affiatamento e dell’unità di squadra – ha aggiunto Romagnoli – e credo che il match di ritorno con Tuscania abbia rappresentato in questo senso un crocevia importante perché abbiamo fatto nostra una battaglia serrata che ci ha restituito un’importante dose di fiducia dopo le tre sconfitte consecutive di fine 2020.”
Testa alla prossima sfida, dunque. Il bello deve ancora venire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti