facebook twitter rss

Sicurezza e anti-Covid a Lido Tre Archi: quattro giovani sanzionati, uno scappa ma non alla Mobile

FERMO - Un giovane, alla richiesta dei documenti di identità, si è rifiutato di esibirli per evitare la sanzione ed è riuscito a sottrarsi al controllo, fuggendo e facendo perdere le sue tracce all’interno del fabbricato. Grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza cittadina il personale della Squadra Mobile è riuscito ad identificarlo e questa mattina, oltre alla sanzione per il mancato uso della mascherina di protezione in luogo pubblico, verrà denunciato all’Autorità Giudiziaria per il rifiuto di fornire le proprie generalità
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Proseguono i controlli di sicurezza a Lido Tre Archi. Dal tardo pomeriggio di ieri e fino alla sera, il quartiere del capoluogo fermano è stato presidiato, ancora una volta, dagli equipaggi della Questura in collaborazione con personale del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e l’unità cinofila della Guardia di Finanza.
Malgrado le limitazione agli spostamenti determinati dalla zona rossa, sono state 70 le persone identificate e 37 i veicoli sottoposti a verifica nel corso del mirato servizio di controllo del territorio portando a più di 200 il numero delle persone controllate nella giornata di ieri dalla Polizia di Stato, a 120 quello dei veicoli sui quali sono stati svolti accertamenti ed a 17 le sanzioni amministrative elevate per infrazioni al Codice della strada, tre delle quali nel quartiere costiero.
Tra queste, ancora auto parcheggiate su suolo pubblico ma sprovviste della copertura assicurativa, che sono state rimosse ed affidate in custodia ad officine autorizzate.
Personale della Polizia Amministrativa della Questura ha condotto verifiche di regolarità gestionale e di rispetto delle normative anti-Covid e delle specifiche ordinanze sindacali nei confronti di 6 esercizi pubblici della zona, senza riscontrate situazioni di illegittimità.
Anche nel corso della mirata attività svolta nel quartiere, che sono proseguite fino a tarda sera, sono state elevate sanzioni per violazioni alle norme a tutela della salute dei cittadini.


“Due giovani non conviventi, controllati dopo le ore 22 a bordo di una vettura proveniente da un comune fermano limitrofo – i dettagli forniti dalla Questura di Fermo – sono stati sanzionati amministrativamente per la violazione del coprifuoco, del divieto di spostamento dal Comune di residenza e per il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.
Un altro giovane, identificato insieme ad altri coetanei nei pressi di un condominio a Lido Tre Archi, è stato sanzionato per il mancato uso della mascherina.
Nel gruppo, un altro giovane straniero, alla richiesta dei documenti di identità, si è rifiutato di esibirli per evitare la sanzione ed approfittando della “copertura” del gruppo di amici è riuscito a sottrarsi al controllo, fuggendo e facendo perdere le sue tracce all’interno del fabbricato.
Grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza cittadina il personale della Squadra Mobile è riuscito ad identificarlo e questa mattina, oltre alla sanzione per il mancato uso della mascherina di protezione in luogo pubblico, verrà denunciato all’Autorità Giudiziaria per il rifiuto di fornire le proprie generalità”.
Le attività di controllo del territorio, per la sicurezza e la salute dei cittadini, proseguiranno senza sosta da parte di tutte le Forze di polizia, in sinergia operativa, anche e soprattutto nel prossimo periodo pasquale sollecitando sempre più il senso civico di responsabilità di ogni cittadino per contrastare la diffusione del contagio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti