facebook twitter rss

In corsa fino alla fine, poi la Sutor cede alla Vega anche gara due

SERIE B - E’ finita 81-73, con la squadra di Marco Ciarpella ad esprimersi meglio degli avversari ma con l'epilogo a vederla condannata dagli episodi e da qualche fischio arbitrale discutibile. Domenica la serie si sposta a Montegranaro, con la Bombonera nuovamente aperta al pubblico (con l'applicazione dei dovuti protocolli sanitari), per la palla a due delle 18.30
Print Friendly, PDF & Email

Una fase del match

MESTRE – Seconda sconfitta per la Sutor Montegranaro in gara 2 dei playout con la Vega Mestre.

E’ finita 81-73, con la squadra di Marco Ciarpella che ha giocato meglio degli avversari e che alla fine è stata condannata dagli episodi. E’ successo un po’ come in gara uno, quando sul 52-52 a tre minuti dalla fine, ai veneti è andato tutto bene e non altrettanto ai calzaturieri.

Stavolta, nel finale punto a punto, ancora le triple hanno consentito a Mestre di vincere, però la Sutor ha dimostrato di potersela giocare fino in fondo, nonostante l’assenza di Cipriani. I gialloblù hanno vinto il duello a rimbalzo catturando 13 palloni in più sotto le plance, palesando però ancora il problema delle palle perse, stavolta sono state sedici. E’ piaciuto l’approccio alla gara dei veregrensi che, nel secondo e terzo periodo, hanno fatto capire agli avversari che sono una squadra viva. Mestre ha vinto, stavolta però la Sutor non ha perso.

IL TABELLINO

VEGA MESTRE 81: Dal Pos 16, Volpato ne Spatti 2, Maran 4, Segato, Lazzaro 22, Pinton 3, Rinaldi 11, Kitsing 5, Salvato, Spizzichini 9, Fazioli 9. All. Piero Coen

SUTOR MONTEGRANARO 73: Aguzzoli 11, Edraui ne, Riva 2, Angellotti ne, Marini 11, Francesco Ciarpella 2, Gallizzi 22, Tibs 6, Romanò 10, Bonfiglio 9. All. Marco Ciarpella

ARBITRI: Lillo di Brindisi e Cassinadri di Bibbiano (Reggio Emilia)

PARZIALI: 17-14, 33-38, 62-61

NOTE: Tl: Vega 14/23, Sutor 16/21. Tiri da 3 punti: Vega 11/33, Sutor 7/24. Rimbalzi: Vega 33, Sutor 46

LA CRONACA

Nel primo quarto è regnato l’equilibrio, rotto solo nel finale da un canestro di Lazzaro che ha fissato il punteggio sul 17-14. Nel secondo periodo è salito in cattedra Ezio Gallizzi che con i suoi 13 punti ha dato una scossa importante alla Sutor, che al riposo lungo viaggiava avanti sul 33-38. Nel terzo quarto, Mestre si è tenuta a galla grazie ai tiri da tre punti, la Sutor ha sempre respinto i tentativi dei padroni di casa di mettere la freccia del sorpasso, poi nel finale i veneti sono riusciti a portasi avanti e al 30’ il punteggio era di 62-61.

Nell’ultimo periodo, il vantaggio rimanente dei gialloblù portava la firma di Romanò, per il 66-68 a 35’, da lì in poi sono arrivati i tiri pesanti di Mestre e qualche fischio “strano” con la partita che è letteralmente cambiata. L’ultimo sussulto era ancora di Romanò sul 75-73 poi un gioco da tre punti di Dal Pos ha chiuso definitivamente la contesa a favore dei padroni di casa sul punteggio finale di 81-73. Domenica, ore 18.30 la Sutor tornerà a giocare in casa, difficile il recupero di Cipriani, ma la voglia di allungare la serie in seno al gruppo è davvero tanta.

LE DICHIARAZIONI

C’è molto rammarico per la sconfitta, perché siamo partiti molto bene – ha detto Ezio Gallizzi, miglior marcatore della Sutor – cercando di attaccare il ferro e punire i loro adeguamenti difensivi e cercando di andare spalle a canestro con i nostri esterni. Alla fine è venuta fuori una partita molto combattuta, contro un avversario di grande qualità. Ora dobbiamo rimanere arrabbiati per l’esito finale di questa seconda sfida e la nostra rabbia dobbiamo metterla in campo nelle sfide che ci attendono sul nostro campo, perché vogliamo tornare a Mestre e giocarci la salvezza in gara 5. Domani in palestra dovremo analizzare gli errori commessi in campo e giocare al meglio gara 3, limando determinate situazioni. Possiamo giocarcela con tutti e non ci spaventa il fatto di essere 0-2 con Mestre. Con l’aiuto dei nostri tifosi proveremo a cambiare l’inerzia di questa serie”.

 

Articoli correlati: 

Sutor, finalmente si può tornare a tifare alla Bombonera

Sutor a strappi, gara uno in terra veneta va alla Vega

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti