facebook twitter rss

Sanità, Terrenzi: «Bene l’intenzione del prefetto di convocare il comitato d’urgenza. Serve far sentire la voce dei territori»

SANT'ELPIDIO A MARE - Il sindaco Alessio Terrenzi interviene in merito alla delicata situazione legata all’emergenza pandemicae non manca la stilettata al primo cittadino di Fermo, Paolo Calcinaro nelle vesti di presidente della Conferenza dei Sindaci
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Alessio Terrenzi

«Sul fronte sanità l’attenzione deve essere sempre alta, tanto più in un periodo particolarmente delicato come quello che si sta vivendo. Ognuno deve fare la sua parte, a tutti i livelli. Non ci possono essere tentennamenti e bisogna affrontare con decisione le problematiche che si presentano».

Il sindaco di Sant’Elpidio a Mare, Alessio Terrenzi, interviene in merito alla delicata situazione legata all’emergenza pandemica e accoglie con particolare favore «l’intenzione del prefetto di Fermo, Vincenza Filippi, di convocare il comitato d’urgenza sulla sanità», ricordiamo su sollecitazione anche del segretario regionale Cisl Fp, Giuseppe Donati con una lettera aperta del sindacalista al prefetto Filippi.

«Era ciò che chiedevo una decina di giorni fa – dice Terrenzi – e ringrazio il Prefetto per l’attenzione che ha per i nostri territori e per raccogliere favorevolmente le istanze che da essi arrivano. Sempre attenta ed operativa. Ritengo, però, che debbano anche essere convocati i consiglieri regionali in quanto devono essere informati sulle problematiche che si pongono nei territori che sono chiamati a rappresentare. Hanno il compito di recepire le istanze del fermano per portarle al cospetto degli organi decisionali superiori come, nello specifico, i vertici dell’Asur regionale e dell’Area Vasta 4. Le nomine le fa la politica, lo sappiamo tutti, e alla politica spetta sollecitare scelte importanti che vadano nella direzione di rispondere alla necessità dei territori. Onestamente mi aspetto molto dai consiglieri regionali: sono certo che comprendano la delicatezza del momento e la necessità di esporsi, di alzare la voce per difendere i territori che li hanno eletti, tanto più quando è in ballo la salute dei nostri concittadini». A tal proposito Terrenzi non si esime dal commentare la presa di posizione del sindaco di Fermo Paolo Calcinaro «che sente di avere le mani legate perché – sottolinea Terrenzi – la sua posizione non gli permette di intervenire nei confronti della dirigenza dell’Area Vasta«.

«Ma stiamo scherzando? – incalza il primo cittadino di Sant’Elpidio a Mare – Proprio per i ruoli che ricopre ha il dovere di far arrivare le istanze dei territori ai vertici degli enti superiori. È presidente della Conferenza dei Sindaci pertanto rappresenta tutti noi. È anche vicepresidente della Provincia. Come sarebbe a dire che la sua posizione gli impedisce di agire al cospetto dei vertici Asur e che deve tutelare i cittadini? Come pensa di tutelare i cittadini se non facendo sentire la loro voce sui tavoli che contano? Forse Calcinaro non se n’è accorto ma tutti noi stiamo combattendo una guerra per vincere la quale serve collaborazione, serve dialogo ma soprattutto è necessario agire in modo concreto per il bene di una collettività che è fortemente provata. Se per ottenere risultati c’è da battere i pugni sui tavoli degli enti superiori va fatto, tanto più se si è un sindaco, se si rappresentano tutti i sindaci e se si è vice presidente di una provincia».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti