facebook twitter rss

Emergenza ambientale a Monte Cacciù, le foto della vergogna

SEGNALAZIONE - Eternit e altri scarti edili abbandonati lungo la collina tra Fermo e Porto San Giorgio. Immagini che testimoniano lo stato di una delle colline più suggestive potenziale risorsa turistica per il territorio
giovedì 4 maggio 2017 - Ore 12:12
Print Friendly, PDF & Email

Emergenza ambientale a Monte Cacciù. Le immagini, scattate nel pomeriggio di ieri da Franco Marinucci, testimoniano quella che è la situazione sul versante sangiorgese della suggestiva collina al confine con Fermo. Basta muoversi lungo la strada per imbattersi in diversi punti trasformati in mini-discariche abusive. Quella potenzialmente più pericolosa riguarda un deposito di Eternit abbandonato da quelli che sono veri e propri criminali. Il materiale infatti, come ben noto, contiene fibre di amianto e a contatto con i fenomeni atmosferici che ne provocano il deterioramento risulta essere potenzialmente cancerogeno. 

Basta spostarsi di poco per trovare un manufatto, forse una vecchia cisterna, con un buco nella parte superiore. All’interno altro materiale edile gettato in maniera del tutto abusiva: cemento, altro eternit, mattoni e  chi più ne ha più ne metta. Non finisce qui.  Lungo la strada, a bordo dei campi, ancora scarti di mattonelle, rivestimenti e lamiere. Insomma, foto della vergogna che testimoniano lo stato di quella che è una delle colline con una vista quanto mai suggestiva tra i comuni di Fermo e Porto San Giorgio e una potenziale risorsa turistica per il territorio.

P.P.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X