facebook twitter rss

“L’11 giugno gli elpidiensi apriranno gli occhi”: i Cinque Stelle attaccano le scelte di Terrenzi

SANT'ELPIDIO A MARE – Il gruppo che sostiene Roberto Sabbatini per la carica di sindaco ricostruisce gli ultimi 5 anni di Amministrazione
mercoledì 10 maggio 2017 - Ore 09:10
Print Friendly, PDF & Email

(foto di Sara Pambianco)

Entra nel vivo la campagna elettorale per il Comune di Sant’Elpidio a Mare. A lanciare un primo fendente è il Movimento 5 Stelle, che elencano i “disastri” dei 5 anni di Amministrazione guidata da Alessio Terrenzi, prima con il sostegno del gruppo di Lattanzi, poi del Partito Democratico.

“Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico, diceva un detto, ma il PD cittadino insieme al suo candidato sindaco Terrenzi e all’assessore Verdecchia perseverano nel riproporre il famigerato bando per le nuove attività in centro storico, nonostante i precedenti siano andati semi deserti.

Non capiamo – rimarcano i Cinque Stelle – come chi ha governato per 5 anni non comprenda che non è questa la strada da perseguire, a chi mai verrebbe in mente di aprire un’attività in centro, quando ormai a causa del terremoto, di scelte politicamente sbagliate, non c’è più nulla che possa far pensare di poter far business in quei luoghi?

Bisogna ripartire da zero, convocare tutti gli attori coinvolti; residenti, commercianti, contrade, proprietari di immobili, architetti, ingegneri, cittadini tutti ed insieme con un processo partecipato trovare le soluzioni che attanagliano ormai da anni il nostro centro storico.

Come si fa ad essere così miopi tanto da non comprendere che chi governa non può far a meno dell’intelletto dei propri cittadini, che vivendo il centro possono formulare proposte, partorire idee che possano perlomeno tracciare la strada della rinascita; basta con formule preconfezionate, tutte naufragate in un nulla di fatto, è il tempo di riscoprirsi comunità ed insieme trovare le soluzioni ai problemi, siano essi si chiamino centro storico o nuova scuola o parcheggi o viabilità.

Non è più possibile che il politico di turno nelle segrete stanze del potere, costruisca e disfi a proprio piacimento, mettendo sempre più in crisi la democrazia rappresentativa; è necessario che il cittadino sia rimesso al centro della scena, venga interpellato, venga ascoltato, venga preso in considerazione, certamente con delle regole d’ingaggio che permettano di concretizzare le idee.

I disastri di questi 5 anni dell’amministrazione Terrenzi\Lattanzi\PD, sono sotto gli occhi di tutti, centro storico deserto, scuola Bacci con problemi di viabilità atavici, immondizia per le strade, parchi pubblici con giochi per bambini rovinati, aumenti dei trasporti scolastici, ingiustificati contributi a pioggia alle associazioni, inesistenza di luoghi di svago per giovani, frazioni inascoltate, dissesto idrogeologico del fiume Ete Morto, partecipazione azzerata e chi più ne ha più ne metta e ai voglia poi a rincorrere le inaugurazioni per fare campagna elettorale.

L’11 giugno speriamo finalmente che i cittadini elpidiensi aprano gli occhi e riescano a comprendere che è finito il tempo della vecchia politica che ha portato il paese in uno stato catatonico, ed arrivato il momento di dare fiducia al Movimento 5 Stelle e al suo candidato Roberto Sabbatini, unica forza politica a potersi dichiarare nuova e fuori dagli schemi, l’unica in grado di risollevare le sorti del Paese, l’unica in grado di fare partecipazione, senza dover render conto a nessun capo bastone, ma solo ai cittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X