facebook twitter rss

Tenta di rubare una bici,
panico all’arena Europa:
‘Aveva un crick, visti anche dei coltelli’

PORTO SAN GIORGIO -Sul posto sono intervenuti gli agenti della Municipale e quelli del commissariato di polizia. Nel pomeriggio, sempre in centro, intervento dei carabinieri per un giovane in preda all'alcol
mercoledì 10 maggio 2017 - Ore 21:08
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso dell’arena Europa

di Giorgio Fedeli

Momenti di panico oggi pomeriggio, intorno alle 18,30, nella centralissima arena Europa, in via Oberdan, dove si sono affrontati tre ragazzi di origini nordafricane e un gruppetto di giovani sangiorgesi. L’inquietante accaduto nel racconto di una donna presente nell’impianto sportivo nel cuore della città: “All’arena Europa era in corso una partita calcetto – racconta la sangiorgese M.F. – all’improvviso un giovane di origini nordafricane ha provato a trafugare una bici. Il proprietario, però, un ragazzino sangiorgese, se n’è accorto e gli ha gridato cosa stesse facendo. E il è scoppiato il caos. Il nordafricano non aveva nessuna intenzione di mollare la bici. In suo aiuto sono arrivati altri due ragazzi, anche loro di origini nordafricane.

 

Con il giovane sangiorgese, invece, un gruppo di amici. A quel punto, quel ragazzo che stava provando a rubare la bici, dopo essersi allontanato, è tornato con un crick di quelli che si usano per le auto. E alcuni ragazzini che erano all’arena Europa hanno anche notato dei coltelli”. Immediata è partita la richiesta di intervento alle forze dell’ordine. Così sul posto sono arrivati gli agenti della Municipale e del commissariato di polizia.

“Ma nel frattempo – racconta la donna – quei tre ragazzi sono scappati a bordo di in auto. Uno di loro, andandosene ha anche lanciato delle minacce promettendo che sarebbe tornato. A che livello siamo arrivati?”. E questa è la versione fornita da alcuni testimoni oculari, tra cui M.F., alla polizia municipale e agli agenti del commissariato.

Sempre nel pomeriggio, e sempre in centro, le forze dell’ordine, questa volta i carabinieri, sono intervenute per placare un giovane in preda all’alcol che sbraitava e inveiva contro i passanti. In questo caso però nessun contatto fisico. Alla vista dei militari dell’Arma il giovane si è tranquillizzato per poi allontanarsi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X