facebook twitter rss

Con un libro multisensoriale
la primaria “Salvadori” stupisce
il Museo Tattile Omero

ANCONA - L'opera “La storia della chiave di violino d’oro” della classe 3a di Lido San Tommaso premiata al Concorso Arteinsieme Libri Speciali
martedì 16 maggio 2017 - Ore 09:32
Print Friendly, PDF & Email

Assegnato un importante riconoscimento alla scuola primaria “Salvadori” di Lido San Tommaso. La classe 3a ha partecipato, con un proprio lavoro, al Concorso Arteinsieme Libri Speciali promosso dal Museo Tattile Omero e da Tactus Centro per le Arti Contemporanee, Multisensorialità e Interculturalità di Ancona. L’opera, un libro dal titolo “La storia della chiave di violino d’oro”, è stata selezionata tra le migliori otto sulle circa cento pervenute dall’Italia e dall’estero.

Le insegnanti Elena Cappellin, Daniela Traini e Federica Marconi, coadiuvate dalle artiste Mus-e Stefania Pietrani e Gaia Valbonesi, hanno realizzato un lavoro in classe la cui finalità è stata stimolare la riflessione sui temi della diversità e dell’integrazione, con particolare riferimento alla diversità inerente la disabilità, per promuovere percorsi didattici multisensoriali e inclusivi e favorire la conoscenza della musica e dei protagonisti dell’arte contemporanea. Partendo dall’ascolto e dall’interpretazione di brani musicali di repertorio classico per violino, in particolare brani di Pablo de Sarasade, Johann Sebastian Bach e Vivaldi, gli alunni hanno creato una storia che è stata poi trascritta in braille, l’alfabeto dei non vedenti. Successivamente hanno “animato” il racconto usando materiali tattili di diverse tipologie.

“Fondamentale il ruolo di Stefania Pietrani e Gaia Valbonesi – ha sottolineato l’insegnante Cappellin – perché hanno saputo condurre gli alunni in modo straordinario, l’una con la sua vocazione artistica legata alle arti visive, l’altra con il suo violino introducendo la classe alla magia della musica, entrambe nell’ottica precipua di Mus-e che insegna una sensibilità ed una apertura verso l’altro, verso l’arte e la bellezza, verso il diverso.”

Il risultato è un libro tattile e multisensoriale, che ha saputo conquistare l’attenzione della giuria e che, dal 27 maggio, verrà esposto presso il Museo Omero insieme alle opere dell’artista Mimmo Paladino, testimonial dell’iniziativa. Tutti gli alunni della classe 3° riceveranno un Diploma di Merito sottoscritto dal Presidente del Museo Omero e dagli artisti Mimmo Paladino e Salvatore Accardo, altro artista coinvolto nel Concorso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X