facebook twitter rss

Ciaffaroni, ricostruzione tra luci e ombre:
“Dalla Sovrintendenza priorità per il Santuario della Madonna dell’Ambro, ma il resto è fermo”

MONTEFORTINO - Il sindaco ironizza sull'arrivo delle magliette gialle del PD, ringrazia Montanini e Capodaglio per l'aiuto alla scuola primaria e rimarca il difficile rapporto con la Regione Marche
mercoledì 17 maggio 2017 - Ore 12:03
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

“Magliette gialle, rosse o azzurre? Io non so nulla di chi e come arriverà questo fine settimana sui Sibillini, non ho alcun elemento del genere e nessuno mi ha avvisato”. Che a Domenica Ciaffaroni, sindaco di Montefortino ed esponente di Articolo 1 – Mdp, l’ironia tagliente non manchi è un dato di fatto. Ma al tempo stesso il primo cittadino è anche diretto nel lanciare un messaggio a quel Partito Democratico dal quale ha preso recentemente le distanze. “Facciano quello che vogliono, ma una cosa è certa: più che fare le sceneggiate bisogna venire qui a risolvere i problemi della gente. Chiunque viene per risolvere è il benvenuto, ma ripeto: le sceneggiate non servono affatto”.

Ciaffaroni, ieri Cronache Fermane ha intervistato il comico Francesco Capodaglio che, insieme a Giorgio Montanini, si è messo a disposizione per aiutare la vostra scuola primaria.

“Questi due ragazzi hanno fatto una bellissima cosa, raccogliendo circa 7.000 euro. Sono stati molto in gamba e non possiamo che ringraziarli.”

Proviamo a fare il punto della situazione, a distanza di 9 mesi dalle prime scosse.

“A distanza di diversi mesi stiamo ancora terminando la mappatura del danno e la ricostruzione è pressoché ferma, con diverse problematiche dal punto di vista urbanistico. Bisogna assolutamente cercare di far ripartire l’economia, altrimenti tutto quello che si farà, quando si farà, non sarà servito a niente.”

Un’economia, la vostra, che ha i suoi centri nevralgici nei luoghi storici del territorio di Montefortino.

“Ieri abbiamo visitato l’eremo di San Leonardo e posso anche dirti che la Sovrintendenza di Ancona, attraverso la misura Art Bonus, ha fatto una scheda per la ricostruzione del Santuario della Madonna dell’Ambro, dandogli priorità, per un importo di 1 milione e 600mila euro.”

Resta la fase emergenziale per l’agricoltura.

“Qualche struttura è arrivata, così come qualche stalla, ma è tutto veramente complesso. È difficile fare il sindaco in queste condizioni, siamo il parafulmine di cose che non dipendono da noi, noi che

non abbiamo segretarie o segreterie. Su di noi si scaricano tensioni, assolutamente legittime, ma siamo sempre lì ad ascoltare, non ci tiriamo indietro.”

C’è però chi, almeno dal proprio ruolo istituzionale, ha alzato bandiera bianca.

“Capisco lo scoramento del sindaco di Ussita, un vero punto di riferimento per la sua comunità. Capisco quello che prova e veramente gli sono vicino come sindaco e come presidente della Comunità del Parco. Lavorare in un momento del genere diventa particolarmente complesso e complicato. Tutte le risposte dobbiamo darle noi e abbiamo tutte le responsabilità del caso.”

E il rapporto con la Regione?

“Difficile, la stessa Regione non ci comunica quello che mette in agricoltura, può capitare che qualche furbo commetta un abuso ma noi non sappiamo se quello è autorizzato o meno, non siamo degni neanche di questo. Poi però siamo noi i responsabili e ti dicono come facevi a non sapere, come ha fatto a sfuggirti una cosa del genere e cose di questo tipo. Mi sembra veramente troppo sopportare tutto questo.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X