facebook twitter rss

Poderosa, dagli inferi biancorossi alla
rabbiosa riscossa che vale gara due

SERIE B – Avvio al piccolo trotto capitalizzato al top da un'implacabile Globo Infoservice, poi la XL Extralight mette in campo cuore e mente fino ad un insperato pareggio. A metà dell'ultimo quarto c'è un tranquillizzante +10 e la sfida si incanala definitivamente sul binario giusto. Il terzo atto della finale playoff venerdì in terra abruzzese con palla a 2 alle 19.00
martedì 30 maggio 2017 - Ore 22:54
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – Inizio da incubo quello dei padroni di casa, a subire gli attacchi teramani senza incidere in fase di realizzazione. E’ un’inerzia che dura sino all’intervallo lungo, poi i gialloblù riescono a rosicchiare l’ingente capitale di vantaggio accumulato dagli ospiti raggiungendo la parità, prima di cedere con qualche errore di troppo in coda al parziale. L’ultimo quarto è da vivere tutto d’un sorso, i ragazzi di Ceccarelli lo approcciano nel modo giusto fino a mettere in ghiaccio anche gara due.

IL TABELLINO

PODEROSA XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 65: Dip 8, Paesano 1, Rivali 15, Bedetti 8, Broglia 9, Callara, Rizzitiello 14, Di Viccaro 2, Gueye 9, Diomede. All. Ceccarelli

GLOBO INFOSERVICE CAMPLI 58: Norbedo, Bottioni 6, Serafini 6, Salafia 8, Stucchi 5, D’Arrigo 2, Scortica, Petrazzuoli 5, Ponziani 6, Petrucci 11, Duranti 14. All. Millina

ARBITRI: Perocco e Morassutti

PARZIALI: 7 – 21, 29 – 36, 42 – 49, 65 – 58

LA CRONACA

Approccio morbido da parte dei padroni di casa, Campli parte con il piede sull’acceleratore scattando repentina sul 2 – 7. Gueye becca il ferro con un tentativo di tripla ma Ponziani non ne approfitta sul capovolgimento di fronte facendosi fischiare passi. Rizzitiello emula il compagno coloured in tutto e per tutto, sganciando cioè una bomba sterile che i teramani capitalizzano subito sul 2 – 11. La Poderosa ci prova, non mettendo in mostra però il miglior basket di cui è capace, Campli stringe le maglie difensive e solo Bedetti, dalla lunetta, rompe il digiuno di punti veregrense per un timido segnale di ripresa che porta i gialloblù sul 7 – 13, ma è un sollievo effimero: la Poderosa va in bambola e la coda di parziale è nel dirompente segno ospite. Si chiude 7 – 21.

Ceccarelli riparte con due play, Rivali e Diomede, ma l’inerzia non cambia. Gueye è in serata no dalla lunga, non è così per Duranti e si sprofonda sul 10 – 26. La gara scorre sotto il controllo ospite, la XL Extralight cerca di avvicinarsi ma la difesa biancorossa è pressoché ermetica. Rivali rosicchia due punti, Campli commette passi e la Bombonera si accende, ora il distacco pesa un 20 – 30. Bedetti va a segno dai 6.25 e Gueye chiude un contropiede su palla rubata all’attacco del Globo, si scatta a -5. La Poderosa adesso c’è. Campli incassa ma senza subire ancora più di tanto, lascia sfogare la squadra di casa controllando pressoché la reazione di coach Ceccarelli fino a chiudere metà gara sul 29 – 36.

L’intervallo lungo porta consiglio alla selezione di casa e Rizzitiello lancia la rincorsa con una tripla che spinge i locali sul -4. Dip mette due tiri liberi ma Bottioni mantiene le distanze. Il ritmo sale, così come la percentuale di errore al tiro delle compagini, non a supporto della verve che in questa fase della gara fa divertire il pubblico intervenuto al palace di via Martini d’Ungheria. Per smentire l’inerzia del momento ecco di nuovo Rizzitiello con un tiro da 3 che quota la società dei Bigioni sul meno uno: 39 – 40. Il baratro iniziale con Campli non c’è più. Paesano sbaglia due su due dalla lunetta, gli errori imperano da ambo le parti e i minuti scorrono senza canestri. A 1,30 dalla fine del terzo quarto si viaggia sul 42 – 44, per chiudere sul facile appoggio ciccato da Dip e punito con la bomba teramana per il 42 – 49.

La XL Extralight capisce di aver peccato di superficialità, allora nell’ultima decisiva frazione di match riprende le ostilità con il passo dovuto: Rivali va in penetrazione, è canestro più fallo, 49 pari e tiro dalla carità. C’è il vantaggio e l’antisportivo fischiato a Serafini, Rivali trasforma entrambi i liberi per la personale doppia cifra. Montegranaro spinge, Broglia chiude un’azione fluida appoggiando sotto misura e si vola sul 54 – 49. Campli sbaglia da tre: è forse il segno che la gara ha cambiato padrone? Si, perché Rivali affonda con la bomba che fa esplodere la Bombonera. Si passa così dagli inferi di inizio gara alla gestione ordinata del vantaggio. Brividi a cavallo dell’ultimo minuto, Campli si rifà sotto ma Rizzitiello respinge la minaccia al mittente, a 40” dalla sirena è 65 – 58, finisce così. Appuntamento per gara 3 a Campli, venerdì prossimo alle 19.00.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X