facebook twitter rss

“Il borgo storico merita di essere valorizzato”: le proposte di Agostini

ELEZIONI - Il candidato sindaco parla di arredo urbano, commercio e videosorveglianza, con riferimenti a Rocca Tiepolo e Villa Bonaparte
domenica 4 giugno 2017 - Ore 14:44
Print Friendly, PDF & Email

“Un’attenzione maggiore per la parte storica della città. E’ un impegno preciso che vogliamo assumere per il prossimo quinquennio ed è quello che faremo”. Così Andrea Agostini, candidato sindaco per il Comune di Porto San Giorgio.

“Non servono iniziative mirabolanti, bastano buon senso e premura verso una parte di pregio di Porto San Giorgio. Iniziamo dalle cose più semplici, come l’arredo urbano e l’ornato. Basterebbe riempire le fioriere oggi spoglie, sostituire vasi rotti e cestini dei rifiuti mancanti, effettuare una più puntuale cura del verde. Piccole opere di micromanutenzione dal costo irrisorio da effettuare nell’immediato per eliminare la sensazione di incuria che oggi si prova attraversando corso Castel San Giorgio e dintorni. Un’area in cui insistono già attività di qualità e dove va incentivato l’insediamento di nuovi esercizi commerciali ed artigianali.

Continuiamo con un ripristino della cinta muraria, deturpata da graffiti, scritte e disegni che offendono i luoghi della nostra storia. Implementiamo la videosorveglianza, per far sì che questa parte della città sia presidiata da telecamere e scoraggi atti vandalici e comportamenti illeciti. Andiamo a terminare la pavimentazione, ultimando i cantieri incompleti. In prospettiva, andiamo progressivamente a sostituire i tratti in asfalto con un fondo più adeguato al borgo storico.

In questo contesto non può mancare un riferimento a Rocca Tiepolo, che merita una valorizzazione e visto il suo fascino straordinario deve essere location naturale per iniziative culturali di altissimo livello, di richiamo nazionale. Se mi è consentito un po’ di amor di patria, facciamo anche tornare a sventolare la bandiera tricolore in cima alla struttura.
Non dimentichiamo un altro sito di grande suggestione come Villa Bonaparte, che durante la passata amministrazione è stata recuperata e restituita al suo splendore originario. E’ necessario attivare una stretta collaborazione con la proprietà del sito, affinchè la storica dimora e il suo parco possano ospitare manifestazioni di spessore.
Proposte attuabili, con investimenti economici ampiamente sostenibili, affinché il borgo storico sia riqualificato come merita.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X