facebook twitter rss

Inaugurato il parco pubblico
di Pian della Noce

PORTO SAN GIORGIO - Dal Comune: "Un parco pubblico di oltre 15 mila metri quadri situato nei pressi di Pian della Noce, completato da un percorso pedonale, arredamento urbano ed illuminazione"
mercoledì 7 giugno 2017 - Ore 13:59
Print Friendly, PDF & Email

Martedì, dopo le 19, l’opera pubblica è stata inaugurata dal sindaco Nicola Loira, alla presenza dei rappresentanti dell’amministrazione comunale. “I lavori – fanno sapere dal Comune – sono stati completati dalla ditta Sg Costruzioni di Porto San Giorgio: la consegna alla città dello spazio verde è arrivata all’esito dell’adozione della variante al Piano regolatore che ha concluso il complesso iter del comparto urbanistico di Villa Colli, in via Nibbi.
Con l’apposito atto il progetto originario del parco è stato modificato, migliorandone la fruibilità in favore dei cittadini. In particolare è stata ridotta la pendenza del percorso pedonale che si snoda lungo il parco, originariamente superiore in alcuni tratti all’8%.
A margine della cerimonia, che ha visto l’intervento del seminarista Michele Merli, delegato dal parroco don Federico Pellerino, il primo cittadino ha spiegato che nella convenzione che riguarda l’area è compreso anche l’intervento di riqualificazione dell’opera compensativa dell’intervento Italfish, in via Pian della Noce. Dopo il superamento di varie criticità che la riguardavano, l’Amministrazione ha deciso che anch’esso diventerà uno spazio al servizio del quartiere, con una struttura sportiva, parcheggi ed illuminazione”.
“A sud del parco – ha aggiunto l’architetto del Comune Sauro Censi – si trova il complesso storico di Villa Colli, ricco di essenze monumentali che ne risulta ora ulteriormente valorizzato così come l’intero quartiere”.


“Il parco pubblico di Pian del Noce – fa sapere il sindaco Nicola Loira – è un esempio di buona amministrazione. Durante il nostro mandato, infatti, siamo riusciti anche a definire la procedura urbanistica del comparto di Villa Colli ed il nostro impegno ha creato le condizioni affinché i privati venissero incontro alle reali esigenze del quartiere.
Abbiamo fatto una variante che conteneva una modifica al parco stesso e in un progetto che abbiamo sempre considerato carente, intrapreso dalle precedenti Amministrazioni, siamo riusciti a cogliere l’occasione per far intervenire i privati su una struttura nata come opera compensativa di un’altra procedura urbanistica, relativa all’Italfish, venendo così a capo di una vicenda molto complessa.
Si trattava, infatti, di un’annosa questione urbanistica, con la presenza di una struttura pericolosa e senza protezioni. Quindi, oltre a sistemare un parco pubblico di oltre 15.000 metri quadrati (in un’area che era fortemente deficitaria e con passaggi perdonali non in linea con quell’idea di accessibilità ai luoghi che abbiamo coltivato in questi anni) e a creare nuovi spazi per i parcheggi, avvieremo anche una riqualificazione di questa opera compensativa, oggi inservibile e pericolosa, che faremo diventare un impianto sportivo in sicurezza, con recinzioni, pubblica illuminazione ed altri parcheggi.
Tutto questo è avvenuto ascoltando le istanze dei residenti, fortemente preoccupati ed arrabbiati per un’opportunità che sembrava persa. Da incompiuta, invece, grazie al nostro costante lavoro questa si trasformerà in uno spazio fruibile e di qualità”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X