facebook twitter rss

L’estate della Don Celso tra tornei di beach volley e solidarietà post sisma

FERMO - Bilancio del campionato e eventi estivi. Due domeniche all'insegna della pallavolo in spiaggia e un torneo nel mese di luglio, prima del tradizionale appuntamento sportivo di settembre
venerdì 9 giugno 2017 - Ore 15:02
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

“Un anno sportivo molto impegnativo caratterizzato dagli eventi sismici che hanno interrotto i campionati e poi costretto a un recupero con 3/4 partite a settimana, l’ultima una settimana fa”. Esordisce così Sergio Raccichini presidente della pallavolo Don Celso nella conferenza stampa di conclusione della stagione sportiva che ha visto sia la squadra maschile che femminile disputare i playoff. Accanto a lui Alberto Scarfini, assessore allo Sport, Vincenzo Garino, delegato provinciale CONI di Fermo assieme ad alcuni tecnici e componenti delle squadre. Le due squadre della pallavolo Don Celso costituite da giovani del territorio militano nella serie D regionale.
“Abbiamo fatto anche un servizio volontario presso alcuni camping della costa – ha aggiunto Sergio Raccichini – nei confronti delle popolazioni terremotate organizzando un piccolo torneo di minivolley che ha portato alla costituzione di un gruppetto di giovanissimi dell’entroterra spostati sulla costa di Marina Palmense.
Sono preoccupato per la notizia che la Provincia di Fermo la prossima stagione sportiva non concederà le palestre degli istituti scolastici per l’attività sportiva”.

Finita la stagione agonistica la pallavolo Don Celso pensa già alla stagione estiva al mare allo chalet Tira e Molla (Lido di Fermo) divenuto polo per la pallavolo in spiaggia nel litorale fermano. Si comincia domenica prossima 11 giugno, con un torneo di minivolley cui parteciperanno società della zona. Domenica 18 ci sarà un torneo femminile con le under 12, 13 e 14, poi il 24 e 25 luglio sarà la volta di un torneo di beach volley.

E’ Vincenzo Garino, delegato CONI di Fermo, a rispondere alle preoccupazioni del presidente Raccichini: “La situazione della Provincia di Fermo che non concederà l’uso delle palestre delle scuole alle società sportive fuori dall’orario scolastico verrà discussa: mi sono interessato con la Segreteria del presidente regionale Luca Ceriscioli affinché si riprenda il discorso con la presidente Moira Canigola, per trovare un punto di incontro tra Regione e Provincia per non mettere in difficoltà le società sportive”. Lo stesso Vincenzo Garino ha anticipato che ci sarà un incontro tra Fabio Sturani e la presidente Moira Canigola perché Fermo è l’unica provincia nelle Marche ad aver preso questo indirizzo.

“Il CONI regionale organizzerà ad Amandola nelle ultime due settimane di luglio un camp per ragazzi tra i 13 e i 16 anni per riattivare l’attività sportiva nella zona del Cratere. Amandola è stata scelta perché ha strutture in grande di ospitare un appuntamento in cui ci sarà ginnastica, calcio, pallavolo, pallacanestro, tutto organizzato dal CONI con finanziamenti nazionali. Inoltre le società sportive con sede nel Comuni del Cratere non pagheranno le tasse gara”.

Conclusioni affidate all’assessore allo Sport Alberto Scarfini che, dopo aver fatto i complimenti alla Don Celso per i risultati ottenuti, ha ricordato come “uno degli obiettivi dell’assessorato sia la vicinanza e l’ascolto dell’associazionismo sportivo. E’ importante che si continui a fare sport per ravvivare Fermo così come è importante la vicinanza attraverso lo sport ai terremotati sulla costa”.
Il presidente della Don Celso, Raccichini ha anche tenuto a ringraziare Giampiero Properzi, della Royal Pat e Paolo Vitturini della Vega srl, che avrebbero dovuto essere presenti ma hanno avuto impegni dell’ultimo momento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X