facebook twitter rss

“La notte passata ci dice che dobbiamo migliorare, crescere”, lo sfogo dei 5 Stelle sangiorgesi

PORTO SAN GIORGIO - "Lo abbiamo detto in questa campagna che dai fallimenti si cresce, e noi è quello che tenteremo di fare con l'umiltà a cui le percentuali raccolte ci inchiodano, umiltà che non offusca la nostra convinzione che una città diversa"
lunedì 12 giugno 2017 - Ore 18:21
Print Friendly, PDF & Email

 

“Lo sgomento è pari alla delusione che abbiamo anche constatando che non siamo riusciti ad esprimere neanche un consigliere comunale.  Grazie ad una tornata elettorale che con più di 300 candidati ha portato al voto poco più di 8000 cittadini. Si può celebrare la bellezza della democrazia, come valore e parametro assoluto nel rappresentare ciò che è giusto o ciò che è sbagliato.  Ma a scanso di equivoci questo per noi è riduttivo e semplicistico. Negare che altri siano stati i fattori in questa tornata amministrativa è nascondersi dietro un dito. Ci siamo illusi che l’idea che portavamo avanti fosse più forte dei soldi spesi per le campagne elettorali degli avversari, così non è stato e ne prendiamo atto”. E’ quanto ma amaro e duro lo sfogo del Movimento 5 Stelle di Porto San Giorgio che con il candidato sindaco Giacomo Finleni non è riuscito ad entrare in consiglio comunale.

“Non arretriamo di un metro rispetto i principi che ci hanno guidato e le pratiche impraticabili che ci siamo rifiutati di adottare – spiegano i 5 Stelle sangiorgesi –  La campagna elettorale sul confronto dei programmi, delle idee, delle prospettive e dei metodi si è rivelata pura forma, la partita decisiva del voto si è giocata altrove in campi che non ci appartengono. Vero è che non siamo stati in grado né di vincere né di intaccare queste percezioni e questo modo di vivere la politica, di essere cittadini e di partecipare e far partecipare tutti a un progetto che abbiamo sopravvalutato, sopravvalutando noi stessi. E’ da qui che ripartiamo con, lo ammettiamo, grande fatica e sfruttando però la buona onda che abbiamo percepito in queste settimane. Lo abbiamo detto in questa campagna che dai fallimenti si cresce, e noi è quello che tenteremo di fare con l’umiltà a cui le percentuali raccolte ci inchiodano, umiltà che non offusca la nostra convinzione che una città diversa, una partecipazione vera e una politica trasparente è possibile. In questo la notte passata ci dice che dobbiamo migliorare, crescere. Lo faremo come abbiamo fatto nei 5 anni precedenti, fuori da un consiglio comunale che ha visto riconfermare la maggior parte dei suoi membri e ha sostituito i giovani con i vecchi, aumentando l’età media”.

Penstellati che aggiungono: “Al sindaco Loira diciamo che abbiamo dimostrato competenza e visione e se invece che la continuità che ha promesso dimostrerà discontinuità con un’amministrazione che darà prova concreta di vera trasparenza e partecipazione la nostra collaborazione non mancherà. Ma soprattutto aspettiamo i cittadini per ripartire da qui, vogliamo migliorare la capacità d’ascolto e di inclusione, cosa che spesso ci è stata imputata, senza però snaturare i principi del Movimento. Aspettiamo tutti ma quelli che diranno ‘potevamo vincere e invece avete perso’ anche no. A riveder le stelle”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



1 commento

  1. 1
    Carlo Calda via Facebook il 12 giugno 2017 alle 23:57

    l Italia si è finalmente resa conto che siete dei “quaraquaqua”!!!!!!!!il che è ancora piú grave in un momento in cui sia destra che sinistra stanno su per miracolo!!!!

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X