facebook twitter rss

Nel fine settimana Fermo si trasforma nella Città delle Meraviglie

FERMO – Sabato 29 luglio nel centro storico, domenica 30 luglio sul lungomare fermano di Lido di Fermo serate tra animazione, musica, spettacoli, musei e negozi aperti
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Nel fine settimana Fermo si trasforma nella Città delle Meraviglie: questo è il titolo dell’iniziativa organizzata dal Comune sabato 29 e domenica 30 luglio tra il centro storico e il lungomare di Lido di Fermo comprendente animazione, musica, spettacoli, musei e negozi aperti.

Sabato saranno tre gli appuntamenti di punta. Alle 19 l’Adorazione dei Pastori di Pieter Paul Rubens tornerà nella sede originale della chiesa di San Filippo Neri assieme ad altri capolavori d’arte del Fermano. Alle 21 al parco del Girfalco si svolgerà l’edizione 2017 del T-Day, concerto a scopo benefico con la presenza di Serena Abrami, Lucio Matricardi, Insil3nzio, Francesco Mircoli, Gianfilippo Fancello, Dobro e Dj DirtyOne. Alle 21.45 a piazzale Azzolino Durga McBroom sextet inserito nella rassegna Jazz e non solo jazz
Corso Cefalonia, Largo Calzecchi Onesti, Piazza del Popolo, chiesa del Carmine, piazzale Azzolino con annesso cortile saranno i luoghi che ospiteranno le performances dalle 21.30 e fino a oltre la mezzanotte di Silence teatro, Girlesque (street band itinerante), Dolly Bomba e Hotel Transilvania (marionette e burattini) tra gli altri.
Domenica 30 luglio sul lungomare fermano alcuni artisti torneranno ad esibirsi con spettacoli differenti, ed altri si aggiungeranno, come ad esempio la musica de Abbanda, la giocoleria su monociclo di Giorgio Bertolotti, il circo teatro di Cirkolistico, l’acrobatica con fuoco di Jump It, la musica folk/balkanica di Orkestroska Nazional Balcanica.
La presentazione è avvenuta oggi con il vicesindaco Francesco Trasatti, l’assessore al Commercio Mauro Torresi, il direttore artistico Giuseppe Nuciari e il coordinatore Maurizio Orso.

“L’obiettivo finale della Città delle Meraviglie è creare aggregazione e fare in modo che questo giro di persone entrino nei negozi aperti” ha sintetizzato Francesco Trasatti mentre Mauro Torresi ha spiegato che “dopo aver parlato con i ristoratori di piazza del popolo i 35 artisti avranno pasti gratuiti proprio nelle attività del centro: la Città delle Meraviglie è organizzata a scopo commerciale, per le attività negozi e ristoranti delle zone coinvolte. Non ci saranno venditori ambulanti e bancarelle per i quali vi sono i mercatini e altre iniziative organizzate ad hoc”.

Secondo il direttore artistico Giuseppe Nuciari, “è una manifestazione che nelle edizioni precedenti ha riempito gli spazi urbani della città. Ha una dimensione teatrale perché consideriamo il centro storico come un grande teatro all’aperto dove si susseguono spettacoli di strada. Quest’anno ci siamo allargati anche a Lido di Fermo dove l’organizzazione è più complessa rispetto al centro ma faremo del nostro meglio per collocare gli spettacoli al giusto posto tra l’inizio dell’isola pedonale e l’ultimo chialet.
Questa attività – ha chiarito ancora Nuciari – genera economia nella città a fronte di un investimento discreto che non può considerarsi un spesa ma appunto un investimento che ha un ritorno enorme viste le migliaia di persone che partecipano”. Il coordinamento della Città delle Meraviglie è affidato a Maurizio Orso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti