facebook twitter rss

Tutela delle aree agricole, la rabbia dei 5 Stelle: “Dietro front della Giunta Calcinaro”

FERMO - e Temperini: "Comuni più lungimiranti e con a cuore il proprio territorio hanno fatto scelte ben più coraggiose per la tutela del territorio. Loro no! Tenteremo ogni strada, anche giudiziaria, per difendere il nostro territorio da chi vuole deturparlo e saccheggiarlo delle sue splendide bellezze"
Print Friendly, PDF & Email

“Dopo aver letto l’Odg del prossimo Consiglio non possiamo che denunciare l’ennesimo tentativo della giunta Calcinaro di dare seguito alle modifiche, già proposte e rimandate al mittente, del famoso ‘Divieto di cambio di destinazione d’uso di tutti gli edifici realizzati in zona agricola'”. Così i consiglieri comunali Marco Mochi e Mirko Temperini del Movimento 5 Stelle di Fermo denunciano quello che rappresenta un delicato passaggio nel prossimo consiglio comunale del 31 luglio.

I consiglieri 5 Stelle spiegano:”Il divieto, passato all’unanimità in Consiglio a Novembre 2016, fu motivo di vanto sulla stampa locale da parte della Giunta,  addirittura tacendo che fosse una proposta del Movimento 5 Stelle, e ora sono pronti a cambiarlo. Perché? Semplice! Paura che qualcuno faccia ricorso e chieda i danni al Comune. Insomma un trionfo di coraggio da parte di chi si gloriava di rappresentare la discontinuità con il passato. Vi diranno che devono e si trincereranno dietro un parere legale. Mentono! Comuni più lungimiranti e con a cuore il proprio territorio hanno fatto scelte ben più coraggiose per la tutela del territorio. Loro no! Almeno, però, hanno un po’ di vergogna e lo mettono all’ultimo punto dell’Odg. E saranno salvi. Nessuno saprà nulla. Diranno che non abbiamo fatto proposte alternative pur avendo avuto tempo di farle. Mentono ancora. Il Movimento 5 Stelle non vuole dare proposte alternative. Il testo presentato e votato all’unanimità è perfetto ed è un esempio di coraggio e amore per la nostra terra. Tenteremo ogni strada, anche giudiziaria, per difendere il nostro territorio da chi vuole deturparlo e saccheggiarlo delle sue splendide bellezze.
Per ora vi invitiamo a sostenere e sottoscrivere la petizione che le associazioni ambientaliste hanno giustamente proposto. La troverete al nostro banchetto stasera al mercatino del giovedì. Vi aspettiamo”!


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti