facebook twitter rss

Capire le disabilità grazie alle arti,
emozionante serata a Servigliano

EVENTI - Grande partecipazione all'evento organizzato dall’associazione culturale Aletheia e che ha visto anche la presenza di Simona Atzori
Print Friendly, PDF & Email

 

Intensa ed emozionante “La Notte dell’Anima”, presentata da Patrizia Deitos, tenutasi domenica 6 agosto in Piazza Roma a Servigliano ed incentrata sul tema della disabilità.

“Diversamente uguali” il titolo di questo evento, con ospite d’onore Simona Atzori, nata priva di braccia, una donna che non si è mai persa d’animo e ha intrapreso sin da giovane l’attività di pittrice, ballerina e scrittrice; una donna dotata di una vitalità e di un temperamento straordinario, una formatrice di positività, che con il suo esempio e i suoi risultati, ma soprattutto grazie al suo atteggiamento verso la vita, riesce a trasmettere efficacemente agli altri il giusto messaggio per affrontare un miglioramento personale.

Sono inoltre intervenuti altri artisti quali il cantautore Francesco Baccini, il quale ha vissuto una vita intensa raccontandola attraverso i suoi brani, una vita segnata dall’amore smisurato per la musica contribuendo ad arricchire il panorama musicale con il suo unico stile.

Bruno Santori, un grande interprete nella direzione dell’orchestra della RAI, di Sanremo e di tante altre in giro per il mondo, attuale direttore dell’Orchestra Filarmonica Italiana Evolution nei concerti di Radio Italia live, che ha prodotto e realizzato propri brani ed organizzato molteplici concerti di rilievo, ha dato un contributo personale alla serata raccontando la sua importante esperienza familiare ed esibendosi al pianoforte insieme alla cantante Chiara Calderale.

Hanno inoltre partecipato artisti locali come Valentino Alessandrini, Samuele Giacomozzi, Lucio Matricardi, Fulvio Renzi, Rebecca Liberati, Giordano Viozzi, il gruppo G.A.M.S. ed il gruppo Danza&Arte, che hanno accompagnato impeccabilmente la serata con le loro esibizioni.

E’ stato poi intervistato il presidente dell’ANFFAS fermana Fortunato Cutini (associazione che verrà sostenuta con una donazione dell’incasso della serata) come portavoce di realtà che aiutano persone con disabilità di vario genere.

Presenti anche i ragazzi ospitati nei vari centri del territorio, proprio per renderli protagonisti del messaggio che si è voluto trasmettere: quello di conoscere e prendere coscienza, coinvolgere, sostenere e non discriminare, ma anzi includere, per dare il giusto diritto ad ogni persona, di ricevere attenzioni ed affetto, in modo da contribuire alla piena realizzazione dei propri desideri, in un clima di completa sicurezza e fiducia nelle proprie possibilità.

L’associazione culturale Aletheia ha ideato questo format includendo il tema sociale ad una serata spettacolo comprendente musica, teatro e danza.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X