facebook twitter rss

Fermana, il presidente Simoni:
”Vecchiola meriterebbe la serie B”

SERIE C – Rinnovata la convenzione per stadio e centro sportivo, a giugno inaugurazione della palazzina ex spogliatoi. La Finproject conferma il sostegno finanziario, in arrivo anche nuovi sponsor. Mister Destro dovrebbe restare, entro giugno la decisione. "Puntiamo ad un campionato più competitivo. Maurizio meriterebbe di ottenere più di quello che è riuscito a fare Battaglioni, quindi almeno due anni di cadetteria" precisa il numero uno societario
giovedì 24 maggio 2018 - Ore 16:11
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra Maurizio Vecchiola, Gianfilippo e Umberto Simoni

FERMO – “Mi sono incontrato pochi giorni fa con il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro e con l’assessore allo sport Alberto Scarfini; abbiamo rinnovato per la stagione 2018/19 le convenzioni per l’utilizzo dello Stadio Recchioni e del centro sportivo di via degli Appennini (ex Cops, ndr); è andato tutto bene, come al solito ho trovato grande disponibilità da parte dell’amministrazione comunale e abbiamo raggiunto immediatamente l’accordo. La palazzina ex spogliatoi finalmente è pronta, la inaugureremo entro il mese di giugno, vorrei che ci fosse anche un rappresentante della Lega Pro“.

Il sindaco Paolo Calcinaro, l’assesore allo sport Alberto Maria Scarfini ed il presidente della Fermana, Umberto Simoni

Sono queste le prime parole di Umberto Simoni, presidente della Fermana Football Club, che sta già lavorando per il prossimo campionato di serie C 2018/19.

Nella vecchia palazzina spogliatoi dovrebbero avere sede (si spera definitiva) gli uffici della Fermana che dal 2006 sono “accampati” sotto alla tribuna stampa e che in ogni caso fino a quell’anno avevano peregrinato per quasi cento anni in varie parti della città (da piazza del Popolo fino all’ex Cops passando per l’hotel Astoria insieme al “Circolo Canarino”, Palazzo Pucci, Palazzo Gigliucci, Viale Trieste fino ad un garage di Viale Trento).

Il progetto era già dell’ex presidente Giacomo Battaglioni che poco prima del 2006 aveva iniziato i lavori di sistemazione della palazzina (con l’impresa edile Del Vecchio), ma non andò in porto. Come per il ritorno in serie C, anche per questa soluzione è stato necessario attendere più di un decennio.

Palazzina ex spogliatoi stadio Recchioni

“Per quanto riguarda l’assetto societario – spiega il numero uno gialloblù – entro giugno ci riuniremo di nuovo e formalizzeremo. Dopo l’uscita di Maurizio Vecchiola, che resta però sponsor principale, ci sarà un ulteriore riassetto delle quote perchè alcuni dei soci minori vogliono uscire, non mi chiedete le nuove percentuali perchè ancora non le so”.

A quanto pare la famiglia Simoni diventerà socio di maggioranza relativa, ci sarà l’uscita dalla compagine societaria dell‘ex presidente Enzo Raoul Parlatoni e di qualcuno dei soci minori montegranaresi (forse Giannini e Raparo, mentre dovrebbero restare Scheggia e Caponi, ma è ancora tutto da vedere). Al contrario l’amministratore unico e direttore generale, Fabio Massimo Conti, dovrebbe incrementare la sua quota societaria.

Il presidente Umberto Simoni festeggia in piazza il ritorno della Fermana in serie C un anno fa

Maurizio Vecchiola – prosegue il presidente Simoni – mi ha garantito che confermerà il suo sostegno come sponsor principale (attraverso la multinazionale della plastica Finproject e il suo marchio di punta XL Extralight, ndr), la famiglia Vecchiola è formata da persone serie, mi danno affidamento, con loro mi sento tranquillo. Speriamo che restino anche gli altri sponsor che già c’erano, come la Vegalift, con loro ci incontreremo nelle prossime settimane. Intanto vi posso dire che ci sono nuovi partner che vogliono entrare, speriamo bene, perchè l’anno prossimo vogliamo fare un altro passo avanti rispetto alla stagione appena conclusa. L’obiettivo è consolidare la presenza in serie C e fare un campionato più competitivo, ma fino a che non conosciamo con certezza il budget non potremo prendere nessuna decisione tecnica, ecco perché il calciomercato è ancora in alto mare. Per il momento l’unica sicurezza è la nostra volontà di confermare l’allenatore Flavio Destro, ha contratto per un altro anno, ci ho già parlato, sebbene in modo informale, e non ha alcun problema a restare. In ogni caso tutte le decisioni ufficiali arrriveranno a giugno”.

Anche da quello che risulta a Cronache Fermane, al tecnico piemontese piace restare, però forse chiederà garanzie di tipo tecnico per la prossima stagione: una rosa di maggiore qualità che non lo costringa a salti mortali per stilare la formazione in presenza di diverse assenze.

La conferma dell’allenatore Flavio Destro per il quarto anno è per ora l’unica certezza sul fronte tecnico

Infine il presidente Simoni si lascia andare ad un auspicio per il futuro: “Puntiamo a crescere ogni anno. Maurizio Vecchiola, per l’impegno che ci mette, meriterebbe di arrivare alla serie B e magari fare di più di quello che è riuscito a fare Battaglioni, quindi almeno due anni di cadetteria”.

Maurizio Vecchiola, interpellato, non si sbilancia: “Ho fondato io la società Fermana Football Club, sono il suo sostenitore principale e lo resterò per sempre. La Finproject si farà da parte solo se arriverà uno sponsor o un imprenditore che darà garanzie uguali o maggiori. Con i Simoni e gli altri soci andiamo tutti d’accordo, siamo una grande famiglia, ecco perchè le cose non possono che andare bene”.

Paolo Bartolomei


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X