facebook twitter rss

Carabinieri, il maggiore Di Pilato alla guida del reparto operativo: «Massima prossimità ai cittadini e prevenzione» VIDEO INTERVISTA

FERMO - Di Pilato: "Il nostro obiettivo è riuscire a garantire la massima prossimità nei confronti del cittadino e dare una maggiore percezione di sicurezza. Andremo poi ad analizzare laddove ci fosse la necessità, altri fenomeni che ad oggi sono sottesi sul territorio"
mercoledì 26 settembre 2018 - Ore 12:11
Print Friendly, PDF & Email
La videointervista al maggiore Di Pilato

 

Da sin. il maggiore Gianluigi Di Pilato e il capitano Roland Peluso

di Paolo Paoletti

Il comando provinciale dei carabinieri di Fermo aggiunge una nuova importante figura nel suo organico. Si tratta del maggiore Gianluigi Di Pilato, che dallo scorso 20 settembre si trova al comando del reparto operativo. Seguirà tutta quella che è l’attività preventiva sul territorio, investigazione e raccolta informazioni in raccordo con i reparti territoriali, con le stazioni delle varie compagnie, e i reparti speciali. Di Pilato sarà inoltre vice comandante provinciale.

“Arrivo da Forlì – ha spiegato questa mattina nel corso della conferenza stampa di presentazione il maggiore – prima ancora dalla compagnia di Ventimiglia. Sono stato nel Nucleo Radiomobile di Teramo e  prima ancora sempre in Abruzzo, a Francavilla a Mare”.

Arruolato nel 1991, coniugato con prole, il maggiore Di Pilato è laureato in legge e scienze della sicurezza, oltre che abilitato all’attività forense.

“Sono lieto dell’incarico importante che mi è stato affidato – ha spiegato alla stampa – anche perché avviene in un istituendo comando provinciale. L’impegno sarà ancora più marcato e profondo visto che i reparti vanno formati. Un lavoro duplice da questo punto di vista. Sono consapevole delle difficoltà ma la cosa non mi spaventa. Si tratta di un ulteriore stimolo per me a fare bene”

Maggiore che ha fatto il punto sullo stato del personale del Comando Provinciale fermano: “Non siamo ancora a completo regime per ciò che riguarda i reparti, che mano a mano continuano ad essere alimentati con figure altamente professionali. Spero e mi auguro che nel giro di pochissimo tempo riusciremo ad entrare a pieno regime affinché venga garantita la massima funzionalità del Comando Provinciale”. Formazione del reparto operativo che al momento, nelle diverse formazioni, ha superato il 50% di quello che è l’organico. “Aspettiamo quasi quotidianamente altro personale per riuscirci a staccarci dalla Provincia di Ascoli Piceno che tutt’oggi ci supporta. Sarebbe impossibile iniziare a lavorare senza questa soluzione di continuità”.

Maggiore che ha fatto il punto anche sui primi giorni dal suo insediamento: “Sono nuovo al territorio marchigiano. E’ la mia prima esperienza nelle Marche. Ho trovato un territorio complessivamente sano. Non gravato da fenomeni criminali particolari e di questo sono lieto. Inutile negare che, come tutto il territorio nazionale, è interessato da fenomeni di microcriminalità, come furti, rapine e fenomeni legati alla prostituzione. Prevenzione e repressione sono due aspetti che possono fungere da deterrente mirati a questi reati che hanno risvolti sul sociale. Il nostro obiettivo è riuscire a garantire la massima prossimità nei confronti del cittadino e dare una maggiore percezione di sicurezza. Andremo poi ad analizzare laddove ci fosse la necessità, altri fenomeni che ad oggi sono sottesi sul territorio, perché non mi sembra ci siano episodi ben più gravi. Lasciando stare il singolo episodio, della rapina con omicidio, non legati a fenomeni radicati di organizzazioni criminali”.

Di Pilato, dalle prime impressioni, ha apprezzato il Fermo: “Un territorio ricco, bello dal punto di vista paesaggistico. Ho visto Fermo e mi ha colpito come è ben tenuta, avrò modo di approfondire la mia conoscenza che si estenderà a tutto il territorio provinciale”.

Il maggiore Gianluigi Di Pilato

Da sin. il maggiore Gianluigi Di Pilato e il capitano Roland Peluso


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X