facebook twitter rss

Tragedia a Rapagnano:
si toglie la vita sparandosi
con un fucile

RAPAGNANO - A lanciare l'sos un vicino allertato dal colpo di arma da fuoco proveniente dall'interno della casa dove l'uomo viveva da solo. Sul posto, oltre ai sanitari, anche i carabinieri della compagnia di Montegiorgio che hanno rinvenuto un biglietto con scritte alcune volontà dell'uomo
venerdì 28 settembre 2018 - Ore 20:24
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Tragedia nel tardo pomeriggio di oggi a Rapagnano dove un uomo di circa 70 anni si è tolto la vita sparandosi con un fucile. L’uomo, almeno stando alla prima sommaria ricostruzione effettuata dai carabinieri della compagnia di Montegiorgio, si è seduto, ha appoggiato il fucile con il calcio a terra e si è sparato. A lanciare l’sos un vicino di casa che presumibilmente ha sentito il colpo d’arma esploso all’interno dell’abitazione dell’uomo.

L’uomo, celibe, viveva da solo. E quando i sanitari dell’ambulanza e dell’auto medica della Volontari Soccorso di Monte San Pietrangeli sono arrivati sul posto, per lui ormai non c’era più nulla da fare. Sul luogo della tragedia, si diceva, anche i carabinieri della compagnia di Montegiorgio, guidata dal capitano Gianluca Giglio. I militari dell’Arma hanno anche rinvenuto, vicino al corpo senza vita dell’uomo, un biglietto in cui lo stesso, prima di compiere il gesto disperato, ha annotato un paio di righe di sue volontà testamentarie. I carabinieri, pur essendo certo che si sia trattato di suicidio, stanno comunque lavorando per ricostruire le ultime ore della vittima e per cercare di risalire ai motivi che lo hanno spinto al suicidio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X